blank

Il mondo della telefonia al giorno d’oggi è senza dubbio una delle branche del mercato più variegate che esista, le varie aziende infatti immettono periodicamente nuovi modelli capaci di accontentare ogni gusto, da chi deve tirare i conti con delle tasche abbastanza ristrette a chi invece non vuole badare a spese e pretende ogni anno delle nuove funzionalità accattivanti.

Ovviamente a dominare la scena abbiamo i top di gamma che prodotti a cadenza annuale, riescono sempre convincere gli appassionati a sborsare cifre anche importanti per riuscire a portarseli a casa, ciononostante però, una piccola fetta del mercato non è dominata da questi ultimi bensì da vecchi cellulari, i quali da soli hanno segnato una pietra miliare nella storia della telefonia e che per il collezionista giusto possono valere decisamente una fortuna.

 

I modelli di maggiore valore

  • Sony Ericsson t28: Uno tra i primi cellulari a vantare dimensioni decisamente ridotte, costituisce il classico cellulare abbinato all’uomo d’affari di un tempo, versatile e funzionale, dall’aspetto premium, il suo valore può arrivare a 500€.
  • iPhone 2G: Primo iPhone disegnato e presentato dallo storico CEO di Apple Steve Jobs, segnò il passaggio alla moderna concezione di smartphone, il suo attuale valore di mercato è di circa 2000€.
  • Mobira Senator: Dispositivo prodotto da Nokia, a prima apparenza può ingannare sembrando una radio a onde corte ma non è così, si tratta di un telefono a tutti gli effetti, il suo valore oscilla tra i 1000 e i 2000 euro.
  • Nokia 3310: Protagonista di numerose immagini umoristiche legate alla sua resistenza, ha attualmente un valore di mercato anche di 400€, questo grazie al fatto di offrire a bordo la prima versione del famoso videogioco Snake.