Fisco

Importanti cambiamenti potrebbero arrivare sul fronte Fisco già nei prossimi giorni. In base alle ultime indiscrezioni, sarebbe sempre più vicino lo sblocco dei pagamenti per le cartelle esattoriali. Tanti italiani, quindi, in estate potrebbero ricevere richieste di versamenti da parte dell’Agenzia delle Entrate.

 

Fisco, possibile uno sblocco per le tasse arretrate

Allo stato attuale, la data fissata come ultima per il blocco delle cartelle esattoriali è quella del 30 Giugno. La scadenza non è altro che una somma di rinvii che si sono alteranti nell’ultimo anno, in occasione dell’emergenza sanitaria e della conseguente difficile situazione economica che ha accompagnato la pandemia.

In primis il Governo Conte e successivamente anche il Governo Draghi hanno pensato a questa situazione come misura di sostegno per la grave situazione economica causata dal Covid. Il blocco dei pagamenti verso il Fisco ha quindi caratterizzato sia le Partite IVA che i cittadini privati. Al netto di ulteriori rinvii, quindi, lo sblocco dovrebbe essere operativo già a partire dalle prime settimane di Luglio.

I numeri in possesso del Fisco parlano di 50 milioni di cartelle esattoriali pronte ad essere inviate già dal prossimo mese di Luglio nelle case degli italiani. Sempre le rilevazioni numeriche indicano in 9 milioni la quota dei possibili cittadini coinvolti.

L’Agenzia delle Entrate intanto sta preparando un piano imponente per l’invio di queste comunicazioni nei domicili degli interessati. Determinante sarà l’organizzazione logistica. In tal senso, già sono stati stilati dei protocolli in cooperazione con Poste Italiane. L’obiettivo è quello di concludere le operazioni entro il mese di Dicembre.