Bticino, smart home, Google, Assistant, Amazon, Alexa, Apple, Siri

In Italia il mondo della smart home sta diventando sempre più importante e ricco di dispositivi. Secondo quanto emerso dal report dell’Osservatorio Internet of Things stilato dal Politecnico di Milano e Bva Doxa, BTicino è brand italiano maggiormente legato alla domotica.

Nonostante nel 2020 le vendite nel settore siano calate drasticamente a causa del lockdown, il mercato è in netta ripresa. Ne sono una dimostrazione i dati rilevati durante le ricerche effettuate.

Il 60% dei consumatori ha sentito parlare almeno una volta della smart home e il 43% degli intervistati possiede almeno un dispositivo smart. I maggiori utilizzatori di queste tecnologie sono gli utenti compresi tra i 18 e i 34 anni oltre che tutti gli utenti appassionati digitali.

 

BTicino, per gli Italiani, è sinonimo di smart home

Il successo di BTicino è fortemente legato alla comunicazione che il brand ha messo in atto. Dal 2017, l’azienda collabora con intarget, partner per la consulenza strategica nel marketing digitale.

Bticino e intarget hanno lavorato per cercare di raggiungere i consumatori operando con diverse modalità su  vari diversi canali. È stato fondamentale l’utilizzo dei Social Media e del sito ufficiale per comunicare e raccontare i vantaggi della smart home.

Tuttavia, comunicare in maniera efficace su vari canali richiede una pianificazione attenta e puntuale. Bisogna monitorare attentamente i dati per poter comunicare con efficacia ai potenziali clienti che rientrano in un determinato gruppo. Inoltre, anche la community ha giocato un ruolo fondamentale, in quanto gli utenti già in possesso di dispositivi realizzati da Bticino potevano offrire feedback sull’esperienza d’uso.