Google, Nest Hub, Fuchsia OS

Nelle scorse settimane, Google ha deciso di rilasciare Fuchsia OS sui Nest Hub di prima generazione. Al momento, l’update sembra limitato esclusivamente agli utenti iscritti al Preview Program e non a tutti possessori dello smart display.

Il nuovo sistema operativo va a rimpiazzare il “vecchio” Cast OS e al tempo stesso si tratta del debutto ufficiale di Fuchsia OS sui device di BigG. Viene spontaneo chiedersi che novità porta il nuovo OS sugli smart speaker di Mointain View.

Iniziamo subito dicendo che dal punto di vista estetico, Fuchsia OS risulta essere quasi del tutto identico al sistema operativo precedente nelle funzionalità. I cambiamenti grafici sono quasi nulli mentre ci sono alcuni dettagli nuovi per l’usabilità del device.

 

I Google Nest Hub si stanno aggiornando con Fuchsia OS

I Nest Hub aggiornati con Fuchsia OS risultano essere più veloci in fase di avvio e rispondono meglio al tocco e ai comandi vocali. In generale si nota una maggiore fluidità del sistema e  velocità di reazione ai comandi

In media, ogni operazione risulta essere più veloce di circa mezzo secondo. Il tempo guadagnano non è fondamentale, ma permette di avere un’interazione più fluida e naturale con lo smart speaker.

Tuttavia, Fuchsia OS sembra dare il meglio di se nella gestione della riproduzione dei contenuti e nel casting da un device esterno. La connessione ad un dispositivo è nettamente più veloce così come l’avvio della riproduzione video.

Se la fase di test dovesse proseguire al meglio, l’aggiornamento dei Google Nest Hub a Fuchsia OS arriverà in automatico su tutti i device. L’update sarà eseguito in automatico, quindi non aspettatevi notifiche per segnalare l’arrivo del nuovo OS.