IPTV: nuova ondata di arresti e multe, la Guardia di Finanza agisce

Nel corso delle settimane a venire e soprattutto dei prossimi mesi si sentirà parlare a lungo dell’IPTV. Lo streaming illegale per guardare gli eventi calcistici e sportivi di Sky e di DAZN rappresenta agli occhi di alcuni appassionati una vantaggiosa occasione, specie ora che le due pay tv saranno fondamentali per seguire tanto la Champions League che la Serie A. Insomma, la corsa ai risparmi dei tifosi sta per partire.

 

IPTV, i rischi mai così alti da parte degli utenti

Gli utenti che desiderano accedere ai servizi IPTV devono però guardarsi bene da alcuni tentativi di truffe. In alcune circostanze, su Telegram o WhatsApp, è possibile imbattersi in malintenzionati che non garantiscono alcunché anche dopo il pagamento cash da parte dell’interessato.

In Italia, inoltre, lo streaming illegale IPTV è legato anche ad un ulteriore rischio di stampo penale. Per la giustizia amministrativa i trasgressori che si affidano a questa tecnologia rischiano sino a 30mila euro di multa. Prevista anche la reclusione sino a tre anni per i recidivi.

Molte persone, oltre ai pezzotti, stanno scegliendo anche i i canali VPN per guardare gli eventi su Sky o DAZN praticamente gratis. Questa tecnologia di per sé è un strumento legale e rappresenta una soluzione ideale per i clienti al fine di navigare protetti in rete. Le VPN usate inoltre con i più noti servizi di streaming (Netflix, Amazon Prime Video) da accesso a cataloghi più vasti. NordVPN, la migliore VPN attualmente in rete, offre un ottimo servizio ed è in offerta con un prezzo scontatissimo.