Signal

Mark Zuckerberg è su Signal!” una scoperta sensazionale rivelatrice di come anche il patron di Facebook sia scappato da WhatsApp. Forse anche lui ha paura dei nuovi termini e condizioni della sua app di messaggistica istantanea? Scherzi a parte, da questa informazione ci si potrebbe raccontare di ogni. Ecco chi e come ha scoperto della presenza su Signal di Zuckerberg.

 

“Mark Zuckerberg è su Signal!”

Proprio così, Mark Zuckerberg ha un account con tanto di numero di telefono su Signal. A scoprirlo è stato Dave Walker, un esperto di sicurezza informatica al lavoro sul caso del furto dati dei 533 milioni di account presenti su Facebook. Nel calderone dei poveri sfortunati a cui sono state rubate le informazioni personali, Walker ha travato niente po’ po’ di meno che Mark Zuckerberg. Questo gli ha permesso di scoprire che anche lui ha abbandonato WhatsApp per Signal.

Signal Mark Zuckerberg

Nome, cognome e numero di telefono, ecco i dati di dominio pubblico registrati nel suo personale account Signal. Ovviamente l’esperto di cybersicurezza non poteva lasciarsi scappare un simile scoop. Infatti ha subito pubblicato uno screenshot di quanto scoperto sul suo profilo Twitter oscurando il numero di telefono per evitare problemi legali.

 

Una notizia che getta ulteriori dubbi sul privacy gate di WhatsApp

Questa notizia è stata capace di gettare ulteriori dubbi in merito al privacy gate che ha colpito WhatsApp negli ultimi tempi. L’esodo dall’app del Gruppo Facebook verso altri lidi l’ha colpita duramente. Signal tra l’altro è proprio definita l’app per eccellenza di chi ci tiene alla sicurezza dei propri dati personali.

E chi si trova tra i dati rubati grazie al recente “buco di Facebook“? Su Signal è approdato anche Zuckerberg. Secondo voi Signal poteva lasciarsi scappare un’occasione d’oro? Ecco cosa scherzosamente ha dichiarato: “Con l’avvicinarsi della scadenza per l’accettazione dei termini di servizio di Whatsapp del 15 maggio, Mark dà il buon esempio“.

Volete scoprire se anche voi siete tra quegli account a cui hanno rubato l’identità? Ecco come cliccando su questo link.

VIAVia