Google, Qualcomm, Android 11, Android 12, SoC,

In queste ore Google e Qualcomm hanno stretto un accordo estremamente importante. Le due aziende infatti hanno confermato una rivoluzione nel modo di gestire gli aggiornamenti per gli smartphone della prossima generazione. I device che utilizzeranno un SoC del chipmaker americano potranno contare su quattro anni di supporto per Android.

Al momento le due aziende non hanno specificato in che modo questo accordo verrà messo in atto e quindi quali novità tecniche possiamo aspettarci. Le informazioni a riguardo sembrano indicare una migliore gestione della fase di aggiornamento degli smartphone, che quindi permette di allungare il supporto. Sembra che la gestione del sistema operativo sarà separata dal quella del SoC, facilitando così l’update.

In particolare, l’accordo che hanno stretto Google e Qualcomm prevede che il primo SoC a giovare di questa rivoluzione sarà lo Snapdragon 888. Il microprocessore di Qualcomm sarà utilizzato da tantissimi device di nuova generazione. Questo permetterà a tanti produttori diversi di poter giovare dell’accordo stretto con Google.

Google e Qualcomm insieme per supportare attivamente Android

I supporto esteso a quattro anni permette di tranquillizzare l’utente che potrà contare un device sempre aggiornato nel tempo. Inoltre, un supporto di quattro anni è anche superiore a quello offerto da alcuni produttori che invece si ferma a tre.

Tra gli aggiornamenti previsti nei quattro anni rientrano i major update che permettono di passare ad una versione di Android superiore e più funzionale. In questo caso si parla di tre aggiornamenti completi di sistema, quindi nel caso dei device con Snapdragon 888 si passerà da Android 11 ad Android 14.

Tuttavia, non dobbiamo dimenticarci degli aggiornamenti di sicurezza costantemente rilasciati da Google. Questi update vanno a chiudere eventuali falle riscontrare nel sistema per rendere sempre più sicuro il sistema operativo del robottino.