Mercedes, Tesla, Guida Autonoma, ADAS

Lo sviluppo di un sistema di Guida Autonoma efficiente e funzionale è un obiettivo fondamentale per tutti i principali brand automotive e non solo. Infatti, oltre a produttori come Audi, Tesla e Mercedes spiccano anche nomi di aziende tech come Google e NVidia

Gli sforzi sono concentrati per realizzare la propria tecnologia con un approccio unico per ogni produttore. Tuttavia, l’obiettivo è comune per tutti: limitare le interazioni tra guidatore e vettura e lasciar decidere all’auto come comportarsi in ogni situazione.

Considerando che la Ricerca e Sviluppo in questo settore è attualmente in corso, ogni produttore sta decidendo come implementare le novità nei propri veicoli. Nelle scorse settimane, Tesla ha iniziato il rilascio della versione beta per il sistema noto come Full Self-Driving (FSD) per alcuni utenti selezionati.

La tecnologia, per stessa ammissione della casa, è ancora in versione beta quindi soggetta ad errori. Come si può vedere in un recente video, la tecnologia FSD non è del tutto pronta e richiede ulteriore messa a punto.

Mercedes e Tesla, due approcci opposti sulla guida autonoma

Per questo motivo un colosso come Mercedes ha deciso di adottare una strategia totalmente opposto rispetto a Tesla. Piuttosto che fornire agli utenti una soluzione ancora in via di sviluppo, il produttore tedesco aggiornerà i veicoli esclusivamente quando la tecnologia sarà pronta.

Inoltre, tutti i test vengono effettuati solo da personale qualificato attraverso l’utilizzo di vetture di prova appositamente realizzate. In questo modo Mercedes non vuole mettere a rischio la vita degli utenti lasciando provare una tecnologia in fase di sviluppo e non ancora perfetta.