Apple, Apple Silicon, A14X Bionic, CPU, SoC, MacBook Air, MacBook Pro

Il prossimo 10 novembre, Apple terrà l’evento intitolato “One More Thing. Durante la conferenza, il produttore di Cupertino svelerà ufficialmente i primi MacBook basati su architettura ARM.

Il raggiungimento di questo traguardo è possibile grazie alla divisione Apple Silicon dedicata alla realizzazione dei chip di nuova generazione. In particolare, il processore che sarà presente sui nuovi MacBook sarà il nuovissimo A14X Bionic. La CPU in queste ore si è mostrata sulla piattaforma Geekbench 5 svelando tanti dettagli.

Il nuovo SoC Apple A14X si preannuncia più potente di un Intel Core-i9

Stando a quanto emerso, la CPU A14X opera ad una frequenza base di 1.80GHz ma è in grado di raggiungere un turbo-boost fino a 3.10GHz. L’architettura è basata su un processore octa-core con tecnologia big-little. La memoria RAM a disposizione della macchina che ha eseguito il test è di 8GB mentre la GPU è integrata nel processore.

Per quanto riguarda i risultati del benchmark nel test in single core, il processore A14X ha totalizzato 1634 punti. Si tratta di un punteggio leggermente più alto rispetto agli altri processori Apple come A12Z (1118 punti) e A14 (1583). Il discorso cambia nel test in multi-core dove A14X sembra fare il vuoto. Il nuovo SoC di Apple ha raggiunto 7220 punti contro i 4657 di A12Z e 4198 di A14.

Considerando attendibili questi valori, il vantaggio è interessante anche rispetto a CPU tradizionali come Intel Core-i9. La soluzione desktop infatti ha totalizzato 1096 punti nel test in single-core e 6869 nel test in multi-core. Non resta che attendere ancora qualche giorno per scoprire i nuovi MacBook dotati della CPU A14X che si preannunciano estremamente potenti.