Tesla, Supercharger, Model S, Model 3, Model X, Model Y, Elon Musk

In questo periodo Tesla si sta trovando a fronteggiare un problema molto particolare: le code alle stazioni di ricarica. Gli utenti si riversano contemporaneamente presso le strutture realizzate appositamente per effettuare la ricarica presso i Supercharger.

Nonostante le colonnine realizzate da Tesla garantiscono una ricarica rapida, l’elevato numero di utenti presenti crea comunque delle code. Come si può vedere nelle foto scattate dall’utente Twitter Alyssa, la situazione alla stazione di ricarica di Tesla è incredibile.

In questa particolare situazione, il tempo medio di attesa per poter trovare una colonnina libera tra le oltre 40 disponibili è stato di circa 30 minuti. Anche spostandosi verso altre stazioni di ricarica, che negli Stati Uniti non mancano, bisognava mettersi in coda al altre vetture in attesa. Questa situazione sembra ripetersi molto spesso durante i periodi di festa, quando gli utenti ricaricano le proprie vetture prima di un viaggio.

Le code ai Supercharger sono un problema per Tesla

Per cercare di prevenire ulteriori situazioni di disagio, pare che Tesla abbia avviato un nuovo programma di prezzi agevolati per l’utilizzo dei Supercharger in orari poco frequentati. Alcuni utenti infatti stanno ricevendo un messaggio in App inviato direttamente dal produttore californiano.

Nel messaggio si può leggere che se l’utente sta pensando ad un weekend in viaggio, può evitare le code per la ricarica. Basterà recarsi presso una stazione di ricarica prima delle 9 la mattina o dopo le 21 per effettuare una ricarica a 0,09 dollari per kWh. L’iniziativa è valida solo presso alcuni Supercharger californiani aderenti e per il weekend che va dal 31 ottobre al 1 novembre.

Considerando che per una ricarica si consumano in media 0,36 dollari per kWh, si tratta di una promozione molto interessante. Inoltre permette di sfruttare le colonnine in orari non frequentati, diminuendo il carico di lavoro nel corso della giornata.