Poco, dopo aver sfidato i dispositivi top di gamma con F2 Pro, allunga ora la mano verso la fascia bassa con device  che offre di più rispetto ai dispositivi di pari prezzo e che si aggiudica la cintura di campione della fascia sotto i 230 euro!

Descrizione

Scocca posteriore in policarbonato con il brand Poco molto in evidenza, disponibile in blu elettrico o nero, ha una certa personalità grazie anche al comparto fotografico pronunciato.

Sensore biometrico per lo sblocco sul lato destro (tranquilli si riesce ad usare anche se siete mancini), Type-C, speaker nella parte inferiore, Jack da 3.5 mm e porta infrarossi, completissimo!

Formato 20:9, con pannello da 6,67″, è ben assemblato, la plastica non scricchiola ed è più leggera e maltrattabile del vetro; davanti abbiamo un Gorilla Glass 5

Il peso è di 215 grammi e le dimensioni sono 165.3 x 76.8 x 9.4, con la camera molto sporgente ma in dotazione abbiamo la cover in silicone trasparente che ci soccorrerà.

Carrellino per la doppia Sim o per Sim+MicroSd.

Display e Hardware

blank

Display da 6,67″ IPS, risoluzione FHD+ (2400×1800)ma con refresh rate automatico fino a 120 Hz con una densità di 395 ppi, dotato di filtro luce blu con certificazione TUV.

Il refresh rate cambia automaticamente e non si può tenere fisso a 120 hz, ma resta una grande chicca al prezzo di questo Smartphone e rende tutto più scattante e fluido grazie anche alla frequenza del touch a 240 hz.

È un pannello molto bello, che non ti aspetteresti in questa fascia economica, colori ben tarati e fedeli, non sparati come sugli AMOLED ma con i soliti neri che diventano grigini quando aumenta l’angolo di visuale. Un pannello sorprende per visibilità sotto il sole e per il buon trattamento oleofobico.

Il processore è un Qualcomm Snapdragon 732G (CPU Qualcomm Kryo 470, 8 nm octa core e 2.3 GHz con GPU Adreno 618 spremuta fino a 800 Mhz), aiutato da 6 Gb di RAM DDR4X e 64/128 Gb di storage veloci con memoria UFS 2.1.

È SoC nato bene, tutto gira veloce, non fa rimpiangere i processori della serie 8 che troviamo sui Flagship, è in grado di far girare bene tutti i giochi e non è particolarmente energivoro ma scalda un pochino (forse perché il policarbonato non isola molto).

Batteria da 5.160 mAh, tanta autonomia, nelle giornate di utilizzo più intenso si arriva a sera con ampio margine e, se usato con parsimonia, i quasi due giorni in tasca senza caricarlo non sono affatto una chimera, ma abbiamo anche la ricarica rapida a 33 W.

Speaker inferiore aiutato dalla capsula auricolare per effetto stereo, volume molto alto e potente, si sente abbastanza bene.

Sensore impronta posto di lato davvero fulmineo, affidabile (10/10) e che si può utilizzare anche se mancini avendo l’accortezza di registrare il polpastrello del dito medio.

Buono il feeed della vibrazione, contrariamente a quanto spesso avviene su dispositivi economici.

 

Esperienza d’uso e software

blank

MIUI di Xiaomi in versione 12.02 basata su Android 10, personalizzata da Poco con un nuovo launcher che però non convince, per il resto è la solita MUI: molto bella graficamente, curata con animazioni simpatiche, tema scuro e modalità ebook.

Le icone di notifica dinamiche funzionano (vedi Gmail e Internet Speed Master), abbiamo il doppio tap per blocco e sblocco ma rimangono ancora troppe App inutili con fastidiose pubblicità.

Cercando nel PlayStore non è più possibile installare Netflix(si trova online una versione non aggiornata funzionante) e l’applicazione di McDonald’s tira fuori uno strano errore.

Con gli ultimi aggiornamenti software sembra siano stati risolti gli sfarfallii che si evidenziavano nel passaggio tra le varie applicazioni, con il refresh rate variabile che vacillava un attimo.

Fotocamere

Superiori alle aspettative, la fotocamera principale da 64 Mp ha un sensore Sony IMX 682 da 1/1.73“, f/1.89 , abbiamo un grandangolo da 13 Mp con apertura a 119° f/2.2, sensore per Macro e Profondità da soli 2 MP ed, ovviamente, flash led.

Ottima la scelta di sacrificare la qualità di Macro e Profondità per favorire una grandangolare migliore, molto più utile e versatile.

In generale gli scatti con la luce vengono bene, possiamo anche fare uno zoom 2X digitale, anche gli scatti effettuati dalla grandangolare se la cavano.

Anche gli scatti con poca luce sono validi, purtroppo quando cala il buio va un po’ in crisi e foto e video non vengono più tanto bene.

Video fino a 4k a 30 fps, vengono abbastanza bene, nonostante non siano stabilizzati e l’autofocus è abbastanza rapido.

La fotocamera frontale da 20 Mp è buona e l’applicazione fotografica ha davvero tante funzioni e possiamo andare anche ad impostare vari effetti bellezza di snellimento viso, ingrandimento occhi e possiamo anche piallare le impurità della pelle con effetti bellezza ben regolabili.

Conclusioni

Un assoluto best buy, nella sua fascia di prezzo non c’è di meglio.

Display luminoso e a 120 hz tanta autonomia, processore validissimo, materiali poveri ma robusti, fotocamera adeguata. Un dispositivo che offre più di quello che costa e che non fa rimpiangere i costosi top di gamma.

Poco X3 NFC

199.00
8.2

Design

6.5/10

Prestazioni

8.5/10

Materiali

7.5/10

Prezzo

9.5/10

Autonomia

9.0/10

Pro

  • Prezzo
  • Prestazioni
  • Autonomia

Contro

  • Padelloso