xcloud-gaming-microsoft-android-game-pass

Il Cloud Gaming “xCloud” di MIcrosoft fa ora parte del Game Pass Ultimate. Gli abbonati ai giochi possono ora riprodurre in streaming 172 videogiochi dai server Microsoft al proprio dispositivo mobile Android. Oltre all’abbonamento, è richiesto un dispositivo Android con OS versione 6.0 o successiva.

Microsoft offre da tempo il suo servizio di cloud gaming come “xCloud” in beta test, come servizio separato. “XCloud” è stato ora integrato nell’abbonamento Game Pass Ultimate di Microsoft, come previsto. Esempi di giochi che possono essere riprodotti su telefoni Android con Xbox Game Pass Ultimate sono Grounded, Hollow Knight e The Witcher 3. Microsoft offre una panoramica completa dei giochi cloud sul suo blog.

Microsoft xCloud introdurrà nuovi giochi nella libreria

Microsoft sta attualmente lavorando per offrire il suo cloud gaming anche per i sistemi Windows. Secondo Microsoft, una versione iOS continua a fallire a causa di linee guida restrittive nell’App Store del sistema operativo Apple. Non è previsto alcun supplemento per gli abbonati a Xbox Game Pass Ultimate: l’abbonamento costa circa 13 euro al mese. Oltre al cloud gaming, gli abbonati hanno accesso a giochi gratuiti eseguiti localmente per PC e Xbox. Puoi anche utilizzare le funzionalità online di Xbox Live Gold sulla tua console.

La funzione di cloud gaming è disponibile solo per gli abbonati alla versione Ultimate del Game Pass. Le due versioni standard del Game Pass – a differenza della versione Ultimate, vengono offerte separatamente per PC e console Xbox – normalmente costano dieci euro al mese. La versione per PC viene attualmente offerta temporaneamente a un prezzo ridotto per 4 euro al mese.

Il cloud gaming di Microsoft è la risposta a servizi come Google Stadia e GeForce Now. Con Playstation Now, Sony anche offre un servizio cloud per gli utenti delle sue console. Rispetto a questi servizi, l’offerta di Microsoft differisce in quanto vede il cloud gaming come una funzionalità opzionale in un pacchetto complessivo più ampio e gli utenti non devono pagare l’aggiunta.