Facebook sta progettando un dispositivo indossabile con Realtà Aumentata. Trattasi di occhiali Smart che aggiungono oggetti in 3D alla realtà fisica di tutti i giorni per rendere ciò che vediamo ancor più dettagliato.

Durante il live streaming di Oculus Connect del 16 settembre, il gigante dei social media ha rivelato Project Aria, che “aggiungerà uno strato 3D di informazioni utili, contestualmente rilevanti e significative al mondo fisico“, secondo il post sul blog dell’azienda. Facebook afferma che il dispositivo potrebbe aiutare con le attività quotidiane, come trovare le chiavi, esplorare una nuova città o “catturare un momento”.

“Immagina di chiamare un amico e chattare con il loro avatar realistico dall’altra parte del tavolo. Immagina un assistente digitale abbastanza intelligente da rilevare i pericoli stradali, offrire statistiche durante una riunione di lavoro o persino aiutarti a sentire meglio in un ambiente rumoroso. Un mondo in cui il dispositivo stesso scompare completamente nel flusso e riflusso della vita quotidiana.”

Occhiali Smart: Facebook lancia il nuovo Project Aria che mira ad introdurre la Realtà Aumentata nella vita di tutti i giorni

Tuttavia, Project Aria non è ancora destinato ai consumatori. Infatti, è un dispositivo di ricerca che Facebook utilizzerà per risolvere le problematiche riscontrate con gli occhiali dotati di AR. Catturerà audio e video da una prospettiva in prima persona, così come il movimento degli occhi e i dati sulla posizione, per aiutare Facebook a determinare come dovrebbe funzionare la realtà aumentata. In futuro potrebbero esserci delle novità per i consumatori.

“A partire da settembre, sarà reso disponibile a un gruppo limitato di dipendenti Facebook negli Stati Uniti, addestrati sia su dove e quando utilizzare il dispositivo, sia su dove e quando non farlo”, afferma l’azienda, incoraggiando chi lo indossa a utilizzare questi occhiali smart a casa, nei campus attualmente chiusi di Facebook e in pubblico con attenzione. Facebook, ovviamente, non è l’unica azienda a sviluppare occhiali intelligenti. Google Glass nel 2013, ad esempio, ha ricevuto critiche da parte dei sostenitori della privacy.

Facebook sta utilizzando questa tecnologia anche per sviluppare “LiveMaps”, un progetto per migliorare la navigazione. “Gli occhiali AR scaricheranno i dati più recenti dalla mappa in 3D, quindi dovranno solo rilevare i cambiamenti, come nuovi nomi di strade o l’aspetto di un nuovo parcheggio, e aggiornare la mappa con tali modifiche”. Il lancio del prodotto è previsto nel 2021, a un prezzo ancora sconosciuto.