Google Smart LockI servizi che Google mette a disposizione dei suoi utenti sono innumerevoli e tutti utili per una o più ragioni. Dopo aver concentrato le risorse su applicazioni note come Maps, Drive e Pay, il colosso di Mountain View sta finalmente investendo tempo anche su un servizio che non tutti conoscono eppure è di una comodità unica: Smart Lock. 

Rinomato per tutelare la privacy degli utenti in diverse circostanze, questo servizio può aiutare ogni utente ad armonizzare l’utilizzo dello Smartphone grazie a delle funzioni intuitive e avanzate: scopriamo quali. 

Google Smart Lock: cos’è e come funziona 

In circolazione da già diversi anni, lo Smart Lock di Google ha acquisito nel tempo funzioni sempre più migliorate. Grazie a questa impostazione presente sui dispositivi Android, sbloccare il telefono non è mai stato così semplice, soprattutto se in alcune occasioni lo stesso blocco può essere rimosso senza tenere che qualcosa di brutta succeda ai propri dati. 

Smart Lock, infatti, presenta al suo interno delle impostazioni specifiche capaci di poter ignorare le impostazioni di blocco e aiutare l’utente a non dover ripetere l’operazione se per esempio si trova in casa propria o, ancora, è collegato da un dispositivo ritenuto attendibile. 

Per conoscere tutte le possibilità che tale servizio Google offre ai suoi utenti non bisogna fare altro che:

  • Andare sulle impostazioni del proprio smartphone; 
  • Cercare la voce “sicurezza e posizione”;
  • Individuare la voce “Smart Lock”;
  • Inserire il proprio PIN ed esplorare le possibilità offerte . 

Comunichiamo ai nostri lettori, infine, che lo strumento sopracitato è disponibile anche sui Chromebook ed è accessibile attraverso Impostazioni > Persone > Blocco schermo.