soldi fermi sul conto corrente

Dal 1° Luglio 2020, utilizzare denaro contante oltre i duemila euro vi renderà soggetti a controlli e multe salatissime.  A stabilirlo la nuova legge di Bilancio realizzata dalla Finanziaria 2020 che ha stabilito una lenta ed inesorabile riduzione dell’uso dei contanti nei pagamenti. Così, utilizzare contanti per pagamenti cospicui non sarà più possibile se non attraverso strumenti tracciabili, pena multe davvero notevoli. Nella fattispecie il tetto di spesa massima prevista per i contanti non deve superare i 1999,99 euro.

Un limite oltre il quale è possibile pagare solo con bancomat, carta di credito, assegni e bonifici che risultano sempre tracciabili dal Fisco. Il tetto stabilito inoltre sarà ulteriormente ridimensionato e nel 1° gennaio 2022 il limite della spesa contanti scenderà a 999,99 euro. Questa misura stabilita con la legge di Bilancio riguarda l’uso di contanti in maniera totalizzante tanto da non costituire eccezione i prestiti o i regali tra parenti.

Pagamenti in contanti: quanto sono salate le multe per chi contravviene alla legge?

Chi contravviene alla legge sul tetto massimo per il pagamento in contanti rischia sanzioni amministrative pesanti. Le multe infatti andranno da un minimo di 3000 euro ad un massimo di 50000 euro in base alla gravità del reato. Ad essere puniti per la violazione della legge entrambe le parti che sono concorse nell’infrazione. Infatti la sanzione colpirà in egual misura chi effettua il pagamento o donazione e chi si appresta a riceverlo a vario titolo.

Una stretta sull’uso del contante voluta dalla Finanziaria 2020 per arginare il più possibile il dramma dell’evasione fiscale, che cela nell’uso del cash numerosi pagamenti in nero. Così anche semplicemente donare delle somme ai propri congiunti necessita di utilizzare pagamenti tracciabili, come ad esempio il bonifico dove si può specificare la volontà della donazione attraverso la causale. In questo modo lo Stato potrà tenere sott’occhio tutti i movimenti relativi alla liquidità dei suoi cittadini e l’evasione avrà i giorni contati.

VIAVia