spotify sessioni di gruppo

Come il mood di questo periodo di quarantena ci ha insegnato, tutte le app si sono aperte man mano a sessioni di gruppo (vedi videochiamate e chat), e anche Spotify ha deciso di offrire questa opportunità nello streaming musicale. Uno che consente di ascoltare le playlist che più ci piacciono condividendole insieme ai nostri amici e parenti pur restando a distanza.

Attraverso l’abbonamento a Spotify Premium è infatti possibile organizzare sessioni di ascolto in gruppo, invitando in pratica diverse persone a sentire i vostri stessi brani in contemporanea. Purtroppo questa funzione è limitata a chi gode di un abbonamento premium attivo e non ci sono notizie in merito se mai arriverà per gli account in versione free.

 

Spotify apre alle sessioni di gruppo: come funziona la novità

Per attivare una sessione di gruppo vi basterà aprire l’app o la versione desktop di Spotify e selezionare la funzione “Connetti a un dispositivo” presente in basso a sinistra o destra dello schermo a seconda del dispositivo che usate. Applicando poi un tap su “Scansiona e partecipa” il sistema vi scansionerà un codice amico da condividere con la lista di eventuali partecipanti che avete deciso di invitare alla sessione di ascolto.ù

Ma non sarà una partecipazione passiva, poiché ciascun membro della sessione potrà mettere in pausa i brani riprodotti, passare a quello successivo o selezionare le playlist da ascoltare tra quelle che voi avete messo a disposizione. Un po’ come se tornassimo a condividere la cuffia auricolare con il proprio amico o partner, Spotify Premium vi farà sentire meno soli in quarantena fino al 18 maggio, data di riapertura delle maggiori attività.

La funzionalità dovrebbe già essere disponibile per tutti gli utenti di Spotify, e se non trovate alcun bottone per generare il codice amico aggiornate l’app o scaricate l’ultima versione.