blankIl phishing, ovvero, quel tentativo di frode online che circola tramite email false per estorcere i dati sensibili degli utenti attacca Amazon, riportando illecitamente nome e logo ingannando tanti utenti. La segnalazione della mail phishing rivolta ai clienti Amazon arriva dalla Polizia Postale, che ha confermato l’inaffidabilità e l’infondatezza del messaggio, esortando di conseguenza gli utenti presi di mira a ignorare ed eliminare quanto ricevuto.

Amazon colpito dal phishing: la truffa arriva via mail!

 

L’email phishing diffusa ai danni dei clienti Amazon presenta come oggetto “Il tuo account è stato bloccato”; prosegue invitando i clienti a risolvere il disguido cliccando sul link presente nella mail per poi procedere con l’inserimento dei dati di accesso al proprio profilo.

La pagina a cui si accede cliccando sul link suggerito, pur presentandosi molto simile alla pagina di login del colosso, è soltanto un clone. Infatti, rappresenta lo strumento fondamentale per portare a termine la truffa, in quanto capace di copiare e inviare ai malfattori le informazioni lì inserite. I cyber-criminali grazie alla pagina clone ricevono il libero accesso alle informazioni sensibili dei clienti, compresi i dati riguardanti le carte e i conti utilizzati per sostenere i pagamenti su Amazon.

Come suggerito dalla Polizia Postale sulla sua pagina “Commissariato di PS online – Italia” è molto importante non dar adito a quanto ricevuto; ed evitare di cliccare sui link presenti nella mail. È fondamentale non inserire alcuna informazione sensibile in pagine suggerite da terze parti così da impedire ai malfattori di compiere la truffa e tutelare automaticamente i dati e il denaro.