estendere segnale WiFiNessun utente caldeggia l’idea del WiFi lento. C’è chi paga svariati Euro al mese per ottenere una connessione domestica o mobile quanto più rapida possibile. Il crescente numero di dispositivi connessi inficia la velocità massima che ciascun dispositivo può ottenere da un router in casa oppure da un operatore mobile.

Nel corso di questi ultimi giorni la necessità di rimanere in contatto con il mondo esterno è diventata una vera e propria esigenza inderogabile. Non è possibile che la rete diventi molto lenta. Il record di connessioni simultanee mina la potenza delle infrastrutture e costringe tutti all’uso di alcuni trucchi per aumentare il segnale. Ecco che cosa devi fare.

 

Trucchi WiFi: addio lentezza estrema, usa app ed Internet senza interrompere il tuo lavoro

La latenza rappresenta il tempo che intercorre tra l’invio del segnale e l’effettiva ricezione al dispositivo di destinazione. Non si tratta, quindi, soltanto di velocità di download ed upload. Più sarà alta e maggiore sarà il tempo impiegato per trasferire un’informazione. Il segnale WiFi è quindi contraddistinto da tutta una serie omogenea di fattori. Questi giocano un ruolo essenziale su task gravosi come potrebbero essere una sessione di gioco o una video conferenza in modalità multi-utente con output in alta definizione. Bisogna adottare alcuni accorgimenti essenziali per migliorare la linea. Sono i seguenti.

  • Orario: tra le 4 e le 7 del mattino ci sono meno utenti attivi. Sfruttiamo questa fascia oraria per i download o l’upload di file e documenti. Il picco è tra le ore 12 e le ore 22, fascia oraria in cui è maggiore la probabilità di trovarsi di fronte ad un segnale instabile.
  • Configurazione:  tramite app gratuite di monitoraggio è possibile ottenere un profilo della nostra rete e di tutte quelle limitrofe. Un canale radio saturo non è da preferire. Scegliamo la meno congestionata rete 5GHz e nell’ipotesi in cui questa fosse fuori portata oppure non disponibile definiamo una nuova frequenza intervenendo alle opzioni del web server a seguito dell’analisi tecnica dei parametri. Otteniamo così un WiFi più veloce rimanendo sui 2.4 GHz.
  • Aggiornamenti: pianificare gli update conviene in quanto si riduce l’uso intensivo della rete nel momento meno opportuno. Su Windows come per Android esistono delle specifiche opzioni per l’impostazione dell’orario di scaricamento dei pacchetti. Usiamo la pianificazione per scaricare ed installare gli update durante la notte oppure nei periodi di inattività dei dispositivi.
  • Software alternativi: per lo smart working la fluidità nella gestione delle interazioni digitali gioca un ruolo determinante. Piuttosto che scegliere Skype e WhatsApp puntiamo a software alternativi come gli ottimi Roundee e Slack. Otterrai un sensibile aumento della produttività dovuto a strumenti di collaborazione meno usati dei precedenti ma ugualmente validi.

Per trasferire i tuoi file, inoltre, scopri l’eccellenza della nuova funzione WiFi Direct che riporta a diversi vantaggi nell’uso dei download con reti senza fili.