blank

L’Arera (Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambienti), ha stabilito un’ulteriore proroga al 13 Aprile circa la sospensione delle principali utenze per morosità. I tempi si sono dunque allungati in concomitanza di quanto stabilito dall’ultimo Dpcm che ha confermato le restrizioni stabilite per contenere la diffusione del Coronavirus. Perciò nessun distacco per chi è moroso al momento; inoltre Arera ha anche introdotto nuove formule di rateizzazione per chi rischia la sospensione dei servizi, concordandole con i singoli gestori.

Permane l’obbligo di riattivare tutte le forniture di energia elettrica, gas o acqua sospese dal 10 marzo 2020. Tra le novità anche quella di utilizzare il canale web per recapitare le bollette ai relativi utenti, scavalcando i possibili ostacoli della domiciliazione via Posta causati dall’emergenza sanitaria.

Ecco le novità sulle forniture di energia elettrica, gas e acqua fino al 13 Aprile.

La decisione di non sospendere le forniture fino al 13 Aprile prevede che i fornitori possano richiedere la costituzione in mora solo al termine di questa scadenza. Per i gestori del settore idrico è persino richiesto l’invio di nuova comunicazione relativa alla sospensione o limitazione della fornitura destinata a coloro che risultano morosi. A tutela dei cittadini in difficoltà è, inoltre, fatto obbligo agli operatori di citare sulle lettere di sospensione un piano di rateizzazione con cui andare incontro al cliente.

Altra novità sulle utenze è rappresentata dalle bollette elettroniche. Si tratta di bollette inviate in formato elettronico al cliente, passando per il digitale piuttosto che per la tradizionale via cartacea tramite Posta. Uno strumento utilissimo che supporta il servizio postale e che permette ai clienti di ottenere uno sconto sia sull’elettricità, sia sul gas.