Il rover Mars 2020 è un passo avanti verso l’avere un nome reale. Dopo aver ricevuto più di 28.000 proposte per il saggio “Name the Rover”, la NASA ha ristretto il gruppo a 155 semifinalisti .

Gli studenti del K-12 provenienti da tutto il paese hanno offerto suggerimenti. Tra questi FIDO (Fearless Information Data Officer), DIANA (Deep Insight on Adaptation to Natural Assets) e GRIT (Geologic Retrieval Investigation and Testing).

Ma non possono essere tutti vincitori.

 

NASA: come verrò organizzata la vincita per il nome migliore

Un gruppo di circa 4.700 volontari hanno partecipato. Tra questi educatori, professionisti, appassionati di spazio hanno aiutato a selezionare 52 semifinalisti da ciascun gruppo di livello (K-4, 5-8, 9-12) per rappresentare il loro stato o territorio.

Tre finalisti di ogni lotto avanzano al turno successivo. Chi accede avrà un’intervista con l’astronauta della NASA Jessica Watkins, il pilota del rover JPL Nick WiltsieClara Ma.

Alla fine di questo mese, il pubblico può votare online per il suo preferito dei nove titoli.

Proprio come in Drag Race di RuPaul , la NASA consulterà i risultati del sondaggio. La decisione finale la prenderà l’agenzia però.

Un vincitore del primo premio sarà annunciato all’inizio di marzo e sarà invitato al lancio di luglio del veicolo spaziale dalla stazione dell’aeronautica di Cape Canaveral in Florida.

Lo scienziato robot, con un peso di oltre 2.300 sterline, cercherà i segni della vita microbica passata, caratterizzerà il clima e la geologia marziani, raccoglierà campioni per il futuro ritorno sulla Terra e aprirà la strada all’esplorazione umana del Pianeta Rosso.

Questo rover è la prima tappa di una missione di andata e ritorno su Marte che farà avanzare la comprensione in settori scientifici chiave come l’astrobiologia“, ha dichiarato Lori Glaze, direttore della Planetary Science Division della NASA.

Questo concorso è un ottimo modo per coinvolgere la prossima generazione e incoraggiare le carriere in tutti i campi STEM“, ha continuato. “Il nome scelto contribuirà a definire la personalità unica di questo rover tra la nostra flotta di veicoli spaziali marziani“.