truffe auto

Semplice, al limite dello stupido, ma molto efficace: parliamo di una delle truffe per rubare un auto tornata in voga negli ultimi tempi in Italia. Se trovate dunque una bottiglietta di plastica incastrata nella ruota posteriore non fate nulla, ma chiamate subito la polizia perché siete in pericolo.

Infatti questo trucchetto dà la possibilità ai ladri d’auto di sottrarvi la vettura senza nemmeno forzare serrature o rompere finestrini, e nonostante le raccomandazioni delle forze dell’ordine non c’è ancora modo di arginare le segnalazioni di poveri derubati con questo sistema.

 

Truffe auto: una bottiglietta incastrata mette a rischio gli utenti

Il ladro d’auto che ha puntato la vostra vettura aspetta che siate voi stessi a servirgli la preda su un piatto d’argento, e tutto parte da quella bottiglietta posizionata nel passaruota posteriore. Quando il conducente mette in moto e comincia a girare la ruota, si sente subito un forte rumore che lo induce a frenare di colpo.

Un rumore che ci spinge a scendere dall’auto senza spegnere il motore, preoccupati come siamo per l’eventuale danno che abbiamo provocato. Ma è proprio in quel momento che entrano in azione i ladri portando via l’auto da sotto il nostro naso.

La polizia stradale si spende molto per avvertire gli automobilisti di questa truffa, chiedendo di prestare sempre attenzione alla propria auto prima di salire a bordo. Una rapida ispezione consentirà di valutare anche il minimo dettaglio che possa rappresentare un pericolo imminente.

Se sentite il rumore non fermatevi, e se lo avete già fatto meglio che non scendiate prima di aver chiamato la polizia.