huawei-p40-batteria-grafene

La batteria è un elemento cruciale dello smartphone. Nonostante questo, la tecnologia in merito si è evoluta pochissimo rispetto ad altri pezzi, come i processori per esempio. Si, nel tempo sono state aggiunte diverse funzioni particolari come la ricarica rapida e quella wireless, ma niente più. Per questo motivo un recent tweet da parte di Huawei, più precisamente dall’account della filiale francese, ha scatenato un interesse generale del pubblico.

Secondo il tweet in questione, i modelli della serie P40 di Huawei avrebbero avuto in dotazione una batteria al grafene. Ovviamente la prima reazione ad arrivare è stata un’ondata di scetticismo. Il motivo è che la tecnologia attualmente dietro a queste batterie è molto acerbe e quindi non compatibile con dei prodotti per consumo di massa. Risultato? L’account Twitter in questione ha subito rimosso tale post.

 

Huawei P40

A seguito della cancellazione del post, Huawei France ha fatto una dichiarazione ufficiale sottolineano che si trattava semplicemente di una voce e non di una conferma. Un dietrofront sgradevole soprattutto perché si trattava di un qualcosa fatto uscire direttamente da una branca del colosso cinese. Detto questo, le batterie al grafene non sono poi così lontane dall’essere utilizzate sugli smartphone.

Il primo utilizzo potrebbe arrivare nel 2021 anche se non è chiaro con che modalità. Il passo avanti potrebbe essere notevole come una ricarica ancora più rapida, ma soprattutto una longevità maggiore con al tempo stesso una minore pericolosità e persino dimensioni ancora più piccole. Ci sarà da divertirsi con queste batterie sugli smartphone.