In occasione del Salone di Tokyo, Suzuki ha presentato cinque nuovi concept di veicoli ispirati a versioni passate ma rivisitate in chiave del tutto moderna. I nuovi modelli saranno i seguenti: Waku Spo, Every Combi, Hanare e due versioni della Hustler.

Waku spo

Trattasi di un veicolo ibrido. Trattasi di un’auto compatta con carrozzeria trasformabile in base alle necessità eventualmente anche di un’intera famiglia. Per questo, dunque, ibrido. Può essere un’auto piccola o più confortevole in base alle necessità. Oltre a poter sostituire la parte superiore, si potrà cambiare la griglia frontale e il layout della plancia con una moltitudine di display.

Hanare

Auto che si concentra principalmente sugli spazi interni. Dotata di intelligenza artificiale e guida autonoma, con ampi spazi per una guida incredibilmente confortevole. Piuttosto futuristica l’idea di rendere l’auto una sorta di stanza in movimento, come potete notare dall’immagine sopra.

Hustler

Questo veicolo si concentra soprattutto sui diversi accessori personalizzati. C’è la variante “urbana” e quella caratterizzata da componenti plastici piuttosto robusti. L’impatto è incisivo anche grazie al tetto, il portapacchi massiccio e i nuovi colori molto accesi.

Every

Every è una specie di nursery su ruote. Quest’auto è stata pensata da Suzuki soprattutto per famiglie con piccoli a bordo. Dispone, infatti, di un fasciatoio e uno spazio per l’allattamento. Interessante se pensiamo a tutte le volte in cui per un qualsiasi imprevisto, anche una semplice emergenza meteo, può essere utile avere un posto riparato per prendersi cura del proprio bambino.

Ricordiamo che tutti i cinque concept Suzuki presentati al Salone di Tokyo saranno convertiti in modelli di serie, al momento solo per il mercato giapponese.