elettrico-volkswagen

Nonostante gli studi che starebbero screditando il motore Elettrico, Volkswagen sembrerebbe pensarla diversamente. La casa automobilistica tedesca ha infatti firmato un’accordo a Parigi nel quale si impegna in un progetto decisamente ambizioso. L’obbiettivo è quello di abbattere le emissioni dei suoi veicoli, arrivando al completo azzeramento entro il 2050.

Questo implica un impegno non indifferente, considerato che le auto elettriche del produttore dovranno essere il 40% entro il 2030. Volkswagen ha in mente di presentare circa 70 modelli elettrici entro il 2025 e di venderne circa 3 milioni ogni anno. L’azienda tedesca sta prendendo quindi decisamente a cuore la lotta per la preservazione dell’ambiente, nonostante in passato si sia macchiata di notevoli colpe durante il famoso Dieselgate.

Elettrico: ecco le promesse di Volkswagen

Il progetto di Volkswagen vede la conversione di numerosi stabilimenti esistenti, dislocati in Europa, Cina e USA. L’azienda conta di riuscire così a gestire un ritmo costante di produzione di circa 11 milioni di vetture elettriche ogni anno, convertendo via via anche i rimanenti stabilimenti a livello mondiale.

Il primo veicolo frutto della redenzione della casa tedesca sarà la ID.3, la cui produzione inizierà già da novembre nello stabilimento di Zwickau, in Germania. La presentazione dovrebbe poi avvenire all’inizio del prossimo anno. Questa mossa da parte di Volkswagen servirà a ridurre ipoteticamente le emissioni di CO2 dagli attuali 123 g/km95 g/km nel 2020.

Per raggiungere un risultato così eccezionale anche gli stabilimenti dovranno essere adeguati. Le emissioni di CO2 andranno scemando per raggiungere i nuovi standard entro il 2025. Entro tale anno queste dovranno essere il 45% in meno rispetto al 2010, successivamente si andrà a calare ulteriormente e progressivamente.