evitare i tentativi di frodeOrmai da tempo capita di sentir parlare di truffe online e tentativi di frode come il phishing e lo smishing; o le telefonate fittizie a nome di operatori malintenzionati e addirittura di messaggi e annunci arrivati tramite i Social maggiormente utilizzati. Tutte frodi che prendono di mira anche gli utenti più esperti, sfruttando il nome di aziende conosciute e riportando comunicazioni che è bene ignorare. Seppur apparentemente facili da identificare queste truffe possono raggirare chiunque e non sono pochi i casi di email o SMS banali che hanno prosciugato conti correnti e carte di credito di numerosi utenti. E’ opportuno, quindi, non sottovalutare i consigli e gli accorgimenti che permettono di evitare i tentativi di frode.

Truffe online: come evitare i tentativi di frode!

I tentativi di frode online arrivano soprattutto attraverso email ed SMS ma i cyber-criminali hanno ideato anche falsi annunci e pop-up che interrompono la navigazione degli utenti proponendo, ad esempio, dei sondaggi. A prescindere dall’espediente utilizzato, dal nome dietro cui si nascondono e dallo strumento utilizzato per diffonderli è bene sapere che si può sfuggire a questi inganni e renderli innocui.

A tal fine è bene leggere con molta attenzione la comunicazione. Spesso i malfattori creano dei testi colmi di errori grammaticali, ciò costituisce un indizio non banale che permette di smascherare la truffa. Altrettanto importante è identificare eventuali link o file presenti nel messaggio, e non utilizzarli. Le comunicazioni truffaldine contengono sempre degli URL o dei file allegati che permettono ai cyber-criminali di ottenere quanto necessario per compiere la truffa; spesso ad essere richiesti sono i dati personali delle vittime.

Prestare attenzione all’eventuale invito ad aggiornare i propri dati costituisce infatti il campanello d’allarme più rilevante. In quanto senza le credenziali richieste i malfattori sono del tutto impotenti. Appare ovvio, quindi, suggerire di non fornire mai, per alcun motivo, dati sensibili, codici, password e qualunque informazione possa condurre i malfattori al denaro presente su carte e conti. Ricordando i dettagli che caratterizzano questi tentativi di frode, non offrendo la possibilità di ottenere i nostri dati; eliminando la comunicazione e ignorando qualsiasi indicazione fornita dai criminali, non si andrà incontro ad alcun rischio.