Google Maps aggiornamento LuglioGoogle Maps è il navigatore satellitare GPS dell’omonima casa madre che tutti conosciamo. Ma non dobbiamo fare l’errore di considerarlo solo come un’app da usare per arrivare a destinazione. Non è importante solo il traguardo ma anche come ci si arriva.

Allo scopo di ottimizzare l’esperienza utente si sono posti nuovi aggiornamenti recenti. Tra questi ne emerge uno in particolare. In rete si parla dei 1.600 punti di bike sharing che vedono circolare oltre 18 di veicoli nei centri urbani del pianeta. L’utilità sociale di questi mezzi di trasporto è innegabile e Google ha deciso di offrire un nuovo prospetto informativo sui sistemi per spostarsi nel rispetto dell’ambiente.

In fase di rilascio c’è un update Google Maps che offre la possibilità di consultare non solo l’elenco delle postazioni di scambio ma anche l’immediata disponibilità con visibilità in tempo reale. Scopriamo come funziona e come usare la funzione più attesa in Italia.

 

Leggi anche:  Google Maps si aggiorna di nuovo e questa volta sorprende tutti

Google Maps: bike sharing e nuove funzioni

Dopo aver annientato la stessa Waze con funzionalità incredibili nell’ultima versione, il celebre navigatore Maps di Google si prepara allo step successivo. Come già detto si parla di biciclette elettriche. In 24 città è già possibile sfruttare le potenzialità di un update che incorpora i dati forniti dal partner Ito World. Se ci si trova in una di queste città è possibile aggiungere un altro sistema di trasporto per raggiungere la vostra meta o semplicemente fare un giro per le vie delle metropoli.

La novità è stata presentata da Google tramite il suo blog e converge nell’ottimizzazione mirata dell’app in queste città:

  • Amburgo, Barcellona, Berlino, Brussel, Budapest, Chicago, Città del Messico, Dublino, Helsinki, Kaohsiung (Taiwan), Lione, Londra, Los Angeles, Madrid, Montreal, New York, Nuova Taipei (New Taipei City), Rio de Janeiro, San Francisco Bay Area, San Paolo (Brasile), Toronto, Varsavia, Vienna e Zurigo.

Nessuna novità per l’Italia che potrebbe ricevere presto lo stesso privilegio. Si parla di un’implementazione a Milano, ma per Roma la situazione resta in sospeso.