Sony era una delle aziende di maggior successo, ma non ha mai conquistato al 100% il mercato. Negli ultimi dieci anni c’è stata una fase di declino con dispositivi mediocri e costosi. Il nuovo Sony Xperia 1 è tra i migliori prodotti dell’azienda, ad esempio. Tuttavia, non abbastanza e costa troppo.

L’azienda fa ancora affidamento su alcune strategie per vendere i suoi dispositivi, ma non bastano. Ad esempio c’è il display 4K, che non sembra migliore degli OLED a bassa risoluzione sul mercato. E che dire del rapporto schermo 21: 9? In realtà rende il telefono più difficile da usare in alcuni casi, e i pulsanti sono stipati goffamente insieme nonostante tutto lo spazio extra. La fotocamera riesce ad essere accettabile ma non sorprendente. Tutto ciò si aggiunge a un prezzo che ammonta a circa 1000 dollari.

Tra gli aspetti positivi c’è il fattore forma, che lo rende confortevole nonostante non sia molto piccolo. Inoltre, il display è abbastanza buono, anche se non sfrutta la risoluzione in 4K. Tra i punti negativi ci sono i tasti con un layout appunto discutibile, inoltre è un dispositivo molto scivoloso, il sensore delle impronte è posizionato male ed è poco reattivo. Non comprende una ricarica wireless e soprattutto costa tanto per ciò che offre, ben 1000 dollari. Ad esempio, Samsung Galaxy S10, oppure OnePlus 7 Pro, sono nettamente migliori pur essendo nella stessa fascia e con specifiche simili.

Compreresti il nuovo Sony Xperia 1 nonostante il prezzo esagerato e la resa deludente?

Probabilmente no. Il Sony Xperia 1 non è un dispositivo terribile, precisiamolo, resta comunque valido. Tuttavia, il rapporto qualità/prezzo lascia il tempo che trova. Ci sono i pro, come quelli accennati prima, e anche tanti altri, su questo non ci sono dubbi. Il problema principale però è che non solo costa più del dovuto, ma si scontra con i dispositivi del 2019 che sono completamente su un’altra lunghezza d’onda.