apple ipad

Al primo sguardo, il nuovo iPad Mini 2019 assomigli a quello quella scorsa generazione. Come dimostrato dai ragazzi di iFixit, Apple ha modificato semplicemente l’hardware interno per renderlo più moderno e performante.

Dopo aver osservato l‘iPad Mini 2019 dall’interno, grazie a JerryRigEverything possiamo osservalo dall’esterno. Lo YouTuber come a solito ha sottoposto il device Apple al suo consueto stress test, evidenziandone i punti di forza e di debolezza.

Come sempre si parte dallo scratch test, dove si misura la resistenza del vetro ai graffi. Utilizzando punte sempre più dure, la star di YouTube valuta come si comporta il vetro simulando in pochi secondi, anni di utilizzo. Come succede anche sugli smartphone, il vetro inizia ad evidenziare i primi problemi intorno al livello sei di durezza. Il livello sette causa graffi più profondi.

La scocca del tablet Apple è realizzata in metallo, quindi il confronto con la lama di un taglierino ha un risultato prevedibile. Buona invece la resistenza del TouchID che, nonostante i graffi ripetuti, continua a funzionare senza problemi. Il test di resistenza alle fiamme ha convinto. Sono serviti 16 secondi per far spegnere i Pixel ma una volta che le temperature si sono abbassate, si sono riaccesi senza problemi.

Leggi anche:  Apple, il nuovo brevetto protrebbe rivoluzionare i Macbook

Il bend test, invece, ha un risultato agrodolce con il tablet che si piega ma non si spezza. La facilità con cui si piega è dovuta all’ampio display, ma la resistenza strutturale è maggiore rispetto ad iPad Pro. Infatti iPad Mini 2019, una volta piegato, rimane in quella posizione senza piegarsi oltre. Il device, nella prova di JerryRigEverything rimane attivo e funzionante. Di seguito riportiamo il video completo della prova.