samsung Galaxy Buds

Dopo aver effettuato un teardown completo dei Galaxy S10 e S10e, iFixit è tornata a concentrarsi su un device Samsung. Questa volta, Taylor Dixon si è concentrato sulle nuove Galaxy Buds, le cuffie wireless del produttore corean.

Essendo prodotti dalle dimensioni contenute, i vari produttori preferiscono privilegiare l’usabilità piuttosto che la riparabilità. Tuttavia Samsung questa volta ha sorpreso tutti. Le Galaxy Buds infatti, sono considerate da iFixit come degli auricolari facilmente riparabili, se non addirittura i migliori in assoluto.

Le cuffie si aprono piuttosto facilmente rendendo accessibili le componentistiche interne. Samsung ha scelto di utilizzare un sistema basato sugli incastri per tenere insieme le due parti dell’auricolare. Esercitando la giusta pressione la scocca si apre e rimuovendo le viti di fissaggio si può lavorare su tutte le componenti.

Per fare un esempio con un competitor, le Airpods di Apple invece necessitano della lama di un taglierino per essere aperte, con tutte le attenzioni e le difficoltà che ne conseguono. Inoltre viene usata molta colla, rendendo l’operazione ancora più difficile.

Leggi anche:  Samsung Galaxy Fold sarà finalmente disponibile da domani in Corea

Le batterie delle Galaxy Buds sono piuttosto comuni, quindi facilmente sostituibili in caso di necessità. Lo stesso discorso vale anche per il case, facilmente accessibile con le componenti tenute in posizione da semplici viti. Ovviamente questa soluzione permette anche di migliorare la gestione del device stesso dopo la fine del suo ciclo di vita. I vari riciclatori potranno rimuovere la batteria con facilità senza incorrere in eventuali problemi o addirittura incidenti dovuti all’instabilità delle batterie al litio.

In seguito al teardown, iFixit ha attribuito un punteggio di riparabilità pari a 6 su 10, uno dei più alti per la categoria.