truffa offerte call center VodafoneSpudorati Call Center Vodafone fasulli ci truffano senza troppi complimenti. In Italia il numero di segnalazioni segna un’escalation di frodi perpetrate mezzo contatto telefonico e Whatsapp. La scusa utilizzata per raggirare i consumatori passa per presunte rimodulazioni alle tariffe. Il prezzo aumenta e negli utenti si insinua il tarlo del dubbio e del ripensamento. Bisogna stare attenti perché è tutta una farsa.

 

Call Center Vodafone: attenti a questi due numeri sospetti

Mentre il Garante mette a punto un complesso sistema di riconoscimento contro i numeri dei truffatori ci ritroviamo inermi di fronte all’ennesimo attacco. Dobbiamo prestare particolare attenzione al nuovo caso di scam.

Tecnici incaricati da Vodafone pare stiano diramando segnalazioni specifiche circa presunte variazioni contrattuali con aumenti dovuti ad interventi di manutenzione straordinaria sulla linea. Può succedere via telefono o possiamo essere informati via Whatsapp. In ogni caso il risultato è sempre lo stesso. Si tratta di una truffa Vodafone.truffa call Center Vodafone FacebookL’entità degli aumenti delle tariffe è importante. I messaggi postati da chi si è reso partecipe di questi episodi indicano almeno 15 euro in più al mese sul conto telefonico. Esasperati da questi cambiamenti gli utenti vengono invogliati a passare ad altra offerta. Lo stesso tecnico propone un cambio piano. Vodafone propone tariffe della concorrenza. Verosimile? Niente affatto. Si scopre difatti che il gestore non ha nulla a che fare con questi episodi. Anzi, si è promesso di individuare e perseguire i fautori di questi raggiri.

Leggi anche:  Call Center: scoperte nuove truffe Tim, Wind, Tre, Vodafone

Nello specifico si sono individuati due numeri Vodafone sospetti che chiamano da Como e Torino. Segnatevi questi due contatti nella Lista Nera e bloccateli immediatamente.

  • 0119966443
  • 0311100190

L’atteggiamento giusto da mantenere in questi casi è quello della diffidenza assoluta. Bisogna informarsi chiedendo ulteriori dettagli al proprio gestore. Confermerà che si tratta di una fake news.