Gli utenti di Netflix Premium potrebbero presto incorrere in un problema: a quanto pare una società inglese ha ideato un software in grado di osservare chi si connette da un account e identificare, così, gli accessi. Potrebbe arrivare un blocco come su Spotify per gli abbonamenti condivisi, obbligando gli amici a disdire intere sottoscrizioni.

Netflix Premium è davvero in pericolo?

Netflix Premium mette a disposizione l’accesso su quattro dispositivi contemporaneamente, ma questa funzione potrebbe iniziare ad essere riservata a membri della stessa famiglia come per il  servizio sopracitato. Come rinomato, questa caratteristica che ha da sempre distinto la sottoscrizione, è sempre stata sfruttata per condividere l’abbonamento con parenti e amici che abitano anche in abitazioni diverse. Con l’arrivo del software ideato da Synamedia, il tutto potrebbe diventare un problema. “La condivisione casuale delle credenziali sta diventando troppo costosa da ignorare“ ha affermato il manager di Synamedia, Jean Marc Racine che vorrebbe vedere la sua tecnologia adottata dai colossi.

Leggi anche:  Netflix: gli utenti disdicono l'abbonamento per le troppe serie tv cancellate

Ovviamente Netflix non si è dichiarato che in merito.

Netflix Premium: pagare 3,50 euro al mese è ancora possibile

Visto che ancora non è stato deciso nulla, oggi vi ricordiamo che pagare 3,50 euro al mese è ancora possibile grazie ad una semplice trovata. Premium, come abbiamo detto sopra, consente l’accesso da quattro dispositivi contemporaneamente  e per questo è idoneo ad essere condiviso tra quattro utenti. Così facendo, il costo del servizio passa da 13,99 euro al mese a soli 3,50 euro per parte. 

Per poter utilizzare l’account in abbonamento condiviso non servirà che crearne uno, condividere l’email e la password tra gli amici e fare la colletta mensile per poter pagare la sottoscrizione.