Whatsapp spia

Da sempre chi è attivo su WhatsApp ha chiesto pugno duro da parte degli sviluppatori contro le persone che minacciano la privacy e la sicurezza in rete. La piattaforma di messaggistica specie nei primi anni d’attività è stata presa di mira da hacker e malintenzionati desiderosi di mettere le mani sulle discussioni segrete di utenti ignavi.

Al giorno d’oggi lo spionaggio via server è pressoché impossibile, anche grazie alla presenza della crittografia end-to-end. E’ possibile, invece, guardare le conversazioni altrui (di un amico, di un parente o un conoscente) se in possesso anche per pochi secondi di uno smartphone.

 

WhatsApp, le password fanno il loro ingresso in chat: il servizio cambia così

Gli sviluppatori finalmente stanno perfezionando l’upgrade richiesto dal grande pubblico. Le conversazioni di tutti noi saranno protette con una speciale password. All’ingresso su WhatsApp gli utenti potranno digitare un codice d’autorizzazione prima di essere online.

Leggi anche:  Whatsapp: quanto lo conosci davvero? Ecco 10 trucchi inediti

L’aggiornamento di WhatsApp si apre inoltre anche ai neonati strumenti di riconoscimento. Oltre alla password numerica, quindi, sarà possibile utilizzare la scansione della propria impronta digitale o il riconoscimento del proprio viso. Così facendo, sia su device Android che su device iOS, l’accesso sarà veloce come sempre.

Il team di leaker, WABetaInfo, ha dato per primo l’annuncio dell’aggiornamento. Ora ci si chiede quali saranno i tempi per il rilascio. Il roll out del tool è previsto per le prossime settimane. Novità arriveranno di sicuro entro la primavera.