Huawei-5G

Questo 2019 sarà un anno molto interessante dal punto di vista tecnologico. Infatti tutti i principali produttori sembrano interessati a realizzare smartphone pieghevoli o dotati di connettività 5G. Al momento nessuno smartphone è stato ufficialmente presentato ma tutti stanno lavorando in questa direzione.

In queste ore tuttavia, Huawei ha annunciato di essere al lavoro su uno smartphone compatibile con le reti 5G. La sconta di concentrarsi su questa tecnologia è legittima, considerando l’impegno del produttore anche nelle infrastrutture. Inoltre i device 5G diventeranno molto popolari e l’OEM non può rimanere indietro in questa sfida tecnologica.

I principali competitor come Samsung o OnePlus hanno già confermato da tempo di essere al lavoro su uno smartphone 5G. In questo caso inoltre c’è la volontà di raggiungere il primato prima dei rivali, per fregiarsi del titolo di “primo device 5G al mondo”. Molto probabilmente al Mobile World Congress 2019 molti produttori mostreranno al mondo i propri dispositivi compatibili con il nuovo standard delle telecomunicazioni.

Leggi anche:  5G: per Tim, Wind, Tre e Vodafone il consumo energetico aumenterà del 170%

Huawei invece non sembra interessata a questa corsa, come confermano le parole di Hu Houkun. Il vice presidente di Huawei ha indicato che l’azienda presenterà il nuovo device 5G a giugno. Lo smartphone, al momento del lancio, sarà commercializzato in dieci differenti nazioni. Nella fase successiva, le vendite si amplieranno coinvolgendo altre venti nazioni.

Ad influire sullo sviluppo, sta pesando la difficile situazione politica di Huawei. Alcune nazioni hanno bloccato l’accesso alle infrastrutture nazionali per timori legati alla sicurezza pubblica. Va anche ricordato che lo scorso mese Meng Wanzhou, CFO dell’azienda, è stato arrestato in Canada. Anche un altro dipendente è stato arrestato in Polonia con l’accusa di spionaggio. Si tratta di un periodo complicato per Huawei, ma siamo certi che il brand saprà risollevarsi alla grande.