lenovo motorola razr

I rumor riguardo il ritorno sulle scene del Motorola Razr si fanno sempre più insistenti. Sebbene non ci sia ancora una data ufficiale per il lancio del dispositivo, sono trapelate alcune informazioni in merito al flip phone.

Lenovo lo scorso dicembre ha depositato un brevetto presso gli uffici del World Intellectual Property Organization (WIPO). Gli screen sono comparsi sul sito web del WIPO e mostrano il possibile design di Motorola Razr. Le indiscrezioni emerse fino ad ora indicavano il device come una versione premium del dispositivo che ha spopolato negli anni 2000.

A giudicare dal brevetto depositato è tutto assolutamente plausibile. L’immagine, visibile in apertura di articolo, mostra un Motorola Razr che si chiude a conchiglia come l’antenato. La vera sorpresa la si avrà una volta aperto, grazie ad un pannello pieghevole che si distenderà per diventare un unico display.

Questa scelta costruttiva dovrebbe permettere a Lenovo di mantenere la compattezza che contraddistingue il primo modello, pur adeguandolo agli standard moderni. Per rispettare la tradizione, non mancherà il display sulla scocca per mostrare le notifiche principali o le chiamate in arrivo quando lo smartphone è chiuso.

Una soluzione simile è allo studio anche da parte di Samsung. Il device dell’azienda coreana dovrebbe prendere il nome di Galaxy F ed essere uno smartphone di fascia premium come il Motorola Razr. La soluzione Samsung però si dovrebbe differenziare per l’apertura, con il display che ruota sull’asse verticale invece che orizzontale.

Ovviamente, trattandosi di un brevetto, Lenovo potrebbe solo aver depositato la prorpietà intellettuale del progetto senza svilupparlo ulteriormente. Bisognerà attendere la presentazione ufficiale per valutare il design di Motorola Razr. Tuttavia, sembra ormai che il 2019 sarà l’anno degli schermi pieghevoli e non vediamo l’ora di vedere questi smartphone dal vivo.