emui 9.0 huawei

Brutte notizie per gli utenti Huawei che utilizzano un launcher alternativo. L’interfaccia proprietaria EMUI 9 non supporterà launcher di terze parti. La notizia era nell’aria da qualche tempo, ma in queste ore è arrivata la conferma ufficiale da parte di Huawei. Al momento, questa situazione è valida solo per i device cinesi e non per quelli internazionali. Tuttavia la situazione potrebbe cambiare senza preavviso.

L’azienda cinese infatti è stata più volte accusata di bloccare i launcher di terze parti sulla EMUI 9 in Cina. Il produttore non aveva mai confermato ufficialmente questa pratica, almeno fino ad ora. Questa decisione, a detta di Huawei, punta a bloccare l’installazione da parte dei rivenditori di launcher poco funzionali, una pratica molto diffusa in Cina.

Questi software non ufficiali mostrano in continuazione pop-up pubblicitari o addirittura presentano dei bloatware. Spesso gli utenti lamentavano ripercussioni sulle performance dello smartphone e Huawei ha deciso di risolvere il problema alla radice. Attraverso questa mossa si cerca di migliorare l’esperienza utente e al tempo stesso snellire il lavoro dei centri di assistenza.

Leggi anche:  Huawei avrebbe scoperto un sistema operativo più veloce di Android

Ovviamente non è possibile verificare se si tratti di una scelta politica da parte di Huawei o se effettivamente si voglia migliorare il rapporto con i consumatori. Per gli utenti che puntano molto sulla personalizzazione del proprio smartphone è una scelta che farà storcere il naso. Tuttavia, l’azienda ha confermato che gli sviluppatori ufficiali possono comunque continuare a sviluppare launcher per i device dotati di EMUI 9. Basterà chiedere una autorizzazione e il software verrà inserito in una whitelist.