nuova mail-truffaA segnalare quest’ultimo caso di phishing è la Polizia Postale tramite la sua pagina Facebook “Commissariato di PS Online – Italia“. La mail-truffa si rivolge anche questa volta ai titolari di carte PostePay e riguarda un falso accredito di poco più di 100 euro ricevuto dall’utente. La comunicazione si presenta come un avviso che invita l’utente ad aggiornare i dati per poter ricevere la somma.

PostePay: nuovo tentativo di frode tramite email segnalato dalla Polizia Postale. Non aggiornate i dati, è solo una truffa!

Le mail phishing continuano imperterrite a circolare tra gli utenti e tentano di intaccare i loro conti tramite false comunicazioni. La nuova mail-truffa, ad esempio, avvisa i clienti PostePay di aver ricevuto un accredito e che, a causa di problemi relativi ai dati, non è possibile accreditarlo. Tramite tale espediente invita dunque a fornire le credenziali, richiedendone l’aggiornamento. L’intento dei malfattori, dunque, continua ad essere quello di rubare alle vittime i loro dati di accesso al conto così da poter arrivare ai risparmi presenti sulle carte PostePay.

Leggi anche:  Phishing Online: ecco le nuove truffe denunciate dalla polizia postale

I tentativi di frode online utilizzano spesso tale meccanismo poiché in grado di persuadere i possessori delle carte e, quindi, convincerli a seguire le indicazioni necessarie per il compimento della frode.

I clienti di Poste Italiane sono stati più volte informati riguardo la falsità delle comunicazioni contenenti la richiesta di aggiornare o fornire i dati. Qualunque sia la motivazione presente nel messaggio! Ricordarlo è importante poiché permette di riconoscere una truffa e quindi ignorarla così da non offrire inconsapevolmente ai malfattori la possibilità di svuotare il conto.