le nuove truffe onlineLe truffe online si sono decisamente evolute e circolano ormai tramite email, SMS e chiamate che richiedono di fornire i dati. I criminali cercano di arrivare, tramite le informazioni sensibili, direttamente alla carta o al conto dell’utente e attaccano perlopiù i clienti PostePay.

Truffe online: i tentativi di frode arrivano tramite email, SMS e chiamate che invitano a fornire i dati personali!

I malfattori hanno sviluppato una tecnica ben precisa che, mascherandosi dietro il nome di banche e aziende note, mira a sottrarre i risparmi degli utenti. L’obiettivo dei criminali è quello di convincere le vittime a cedere inconsapevolmente i loro dati, le password e i codici di accesso al conto online. Tramite questi potranno prosciugare le carte e i conti correnti senza destare il minimo sospetto.

La truffa si rivela particolarmente infima poiché inganna e persuade le vittime sfruttando avvisi come quello della carta sospesa. Alla notizia di poter perdere i propri risparmi da un momento all’altro e di poter risolvere tale problema aggiornando i propri dati, dunque, gli utenti più disattenti possono cadere in trappola molto facilmente. Proprio per questo, i cyber-criminali diffondono le loro comunicazioni tramite email, SMS o contattando telefonicamente l’utente. Lo scopo è proprio quello di esortarli a procedere, seguendo le indicazioni da loro fornite. Quindi, tramite determinati passaggi, poter ottenere, direttamente dall’utente interessato, quanto necessario per compiere la truffa.

I consigli da parte della Polizia Postale, di Poste Italiane e altri enti impegnati nella lotta al phishing non sono mancati. Proteggere i propri dati e non fidarsi delle comunicazioni che richiedono i propri dati è ciò che consente di tutelare il proprio denaro. Qualsiasi avviso ricevuto relativo a problemi improvvisi con il conto o la carta, va ignorato poiché le aziende non sono solite comunicare tramite tali strumenti.