cervello-bambini

L’uso di dispositivi mobili potrebbe causare danni alla salute mentale, soprattutto nei bambini e negli adolescenti. I bambini che trascorrono più di due ore al giorno davanti ai dispositivi digitali mostrano risultati peggiori nei test di intelligenza e abilità linguistiche, secondo un rapporto preliminare dello studio del National Institutes of Health degli Stati Uniti. Quindi sarebbe un problema serio, più che normale per i genitori.

Si stima che un adolescente trascorra in media sei ore al giorno davanti a uno smartphone o tablet. I risultati sono preoccupanti perché lo studio sullo sviluppo del cervello cognitivo negli adolescenti, i cui primi risultati ufficiali saranno pubblicati in un primo momento del 2019, ha coinvolto 11.874 bambini tra 9 e 10 anni di età, compresi 2.100 gemelli. Tutti loro sono stai seguiti e lo saranno fino a quando non saranno adulti in 21 centri di ricerca negli Stati Uniti.

Leggi anche:  Smartphone e radiazioni SAR: ecco i dispositivi più pericolosi

 

Risultati non troppo confortanti

Mentre i ricercatori spiegano la portata di tutti i risultati preliminari, non è ancora possibile apprezzare appieno fino a che ulteriori dati non si ottengono nei bambini che trascorrono sette o più ore al giorno davanti a uno schermo. In questo caso, viene rilevato un diradamento prematuro corteccia cerebrale, rispetto ai suoi contemporanei poco esposti al tempo libero digitale.

Non sappiamo se si tratta di qualcosa di brutto“, ha detto il leader dello studio Gaya Dowling, che ha ricordato come l’assottigliamento della corteccia è spesso associato con un cervello più maturo rispetto alla situazione opposta. Quindi il suo effetto è sconosciuto nel cervello dei bambini.