Google ha in programma un sistema che consenta agli utenti di interagire e controllare i dispositivi intelligenti non solo con i comandi vocali. Bensì, utilizzando un’interfaccia utente progettata per dispositivi indossabili.

Il design mette in risalto la possibilità di controllare i dispositivi IoT con un paio di occhiali intelligenti seguendo lo sguardo di chi li indossa e registrandone i movimenti della testa. I gadget per la Smart Home con cui l’utente desidera interagire sono identificati utilizzando l’intelligenza artificiale. Quest’ultima confronta gli oggetti all’interno di un campo visivo con quelli memorizzati nelle immagini sul dispositivo. Da lì, viene mostrato un menu con le guide su come interagire con le selezioni. Se un utente guarda una lampada collegata, il sistema informerà l’utente che inclinando la testa verso l’alto o verso il basso si regolerà la luminosità della lampada.

Google intende guidarci verso l’uso innovativo dei nostri dispositivi con degli occhiali intelligenti

Sono incluse anche altre azioni intuitive. Se si guarda una televisione intelligente, il televisore si accende mentre si guarda lontano dalla stanza per mettere in pausa i media. Altre immagini e informazioni sull’ambiente circostante possono essere aggiunte durante un processo di calibrazione che orienta gli occhiali. Ad esempio, la musica avviata in una stanza su un set di altoparlanti intelligenti sarebbe in grado di seguire l’utente mentre si sposta da una stanza all’altra. Presumibilmente, altre forme di media come un film in streaming o un programma televisivo potrebbero essere spostate allo stesso modo. Ad esempio su televisori, smartphone o tablet, in base a dove si trova l’utente.

Leggi anche:  Xiaomi Mi A1 riceverà presto l'aggiornamento ad Android 9 Pie

I concetti alla base del brevetto Google sono ambiziosi. Tuttavia, rispecchiano le visioni condivise per la tecnologia potenziata da AI da parte di quasi tutte le società o organizzazioni coinvolte. Il gigante della ricerca ha anche il suo paio di occhiali intelligenti già sul mercato con Google Glass. Nella sua forma attuale, il gadget è interamente rivolto ai clienti aziendali nel settore enterprise. Inizialmente, la società aveva cercato di vendere l’indossabile al mercato generale dei consumatori, ma i prezzi e il ritorno al passato dall’inclusione di una fotocamera hanno reso vani gli sforzi.