whatsapp-snapchat

Come sappiamo, ogni giorno che passa Snapchat cammina inesorabilmente verso la sua fine definitiva. Molte delle sue caratteristiche iconiche sono state copiate da vari social network, come Instagram, Facebook e persino WhatsApp.

In effetti, il social network con il fantasma ha affrontato tempi difficili negli ultimi due semestri. Anche se ha guadagnato più di 10 milioni di utenti attivi in ​​tutto il mondo in un anno – forse a causa della riprogettazione, l’app ha perso quasi il 30% di quanto guadagnato negli ultimi due semestri.

In particolare WhatsApp, il messenger più utilizzato in tutto il mondo, è stato uno degli ultimi a introdurre le Storie, consentendo agli utenti di condividere un particolare momento della loro vita per un massimo di 24 ore. La domanda sul futuro di Snapchat è incerta e si aggira intorno alla possibilità di iniziare ad implementare alcune delle funzionalità viste per la prima volta nell’app.

Se oggi WhatsApp partecipa a una quota degli utenti dell’app per la condivisione rapida, l’aggiunta di filtri e maschere alla cronologia può portare a una diminuzione ancora più significativa degli utenti di Snapchat. E stiamo citando solo le caratteristiche legate alle storie.

Leggi anche:  WhatsApp: tre nuove funzionalità presentate dal servizio di messaggistica

 

Al passo coi tempi

Con le tempistiche che abbiamo oggi, in cui ogni momento è unico e più volatile e suscettibile di prima, l’adattamento di altre risorse, come i messaggi che scompaiono, può portare ancora più persone ad usare dei messenger più alla moda, sempre attenti alle necessità del momento. Usando Instagram come esempio, secondo alcuni dati raccolti, aggiungendo la possibilità di inviare foto scadute o addirittura di cancellare i messaggi senza limiti di tempo, il social network di Facebook ha visto una crescita mensile di 375 milioni di utenti in più da aprile 2017.

Con la possibilità di cancellare ciò che è già stato scritto o anche impostare un tempo per ciò che è stato scritto, le persone sembrano diventare più impulsive e libere, guadagnando forse una certa attrazione nell’usare una piattaforma invece di un’altra. Per questo motivo, forse l’aggiunta di queste funzionalità a WhatsApp, avvicinandola a Snapchat, è uno dei primi passi da compiere per completare un rinnovo necessario del messenger del fantasma.