truffa MediaWorld
Negli ultimi giorni la Polizia Postale ha segnalato diversi tentativi di frode diffusi da cyber-criminali che si spacciano per MediaWorld. La truffa si nasconde dietro ad un messaggio che inganna gli utenti illudendoli di avere la possibilità di ottenere gratuitamente uno smartphone. A quanto pare, l’SMS si sta nuovamente diffondendo tra gli utenti che devono prestare attenzione e seguire i consigli forniti.

MediaWorld: Samsung S9 in regalo per alcuni fortunati; torna l’SMS phishing che tenta di truffare gli utenti!

Gli utenti hanno ricevuto la falsa comunicazione attraverso un SMS phishing, ma non solo. Nei giorni precedenti, un popup interrompeva improvvisamente la navigazione invitando l’utente a seguire determinate indicazioni e ottenere il premio. L’SMS, così come il popup, infatti, riguarda la possibilità di ricevere un costoso dispositivo in regalo. Il messaggio tenta di persuadere gli utenti informandoli di essere stati scelti e avere l’opportunità di ricevere un Samsung Galaxy S9. Una comunicazione che potrebbe trarre in inganno gli utenti meno esperti o più i giovani.

Leggi anche:  Truffe online: denunciato un 62 enne della provincia di Pisa per 19 truffe

La Polizia Postale ha ritenuto opportuno segnalare gli SMS phishing che si stanno diffondendo nuovamente ai danni di MediaWorld. L’ente ha utilizzato la sua pagina ufficiale Facebook e il suo sito, Commisariatodips.it, per offrire consigli efficaci che permettono di evitare spiacevoli inganni.

ATTENZIONE – In questi giorni potrebbe giungere sul vostro smartphone un falso SMS da parte della catena di negozi Mediaworld. Nel testo del messaggio è presente un link che, se cliccato, rimanda ad un sito clone apparentemente simile a quello ufficiale della predetta azienda. Il messaggio, facendo riferimento alla possibilità di vincere un Samsung S9, invita i destinatari a partecipare ad un sondaggio e ad inserire i propri dati personali e della carta di credito.

Così si espone la Polizia Postale consigliando agli utenti di non cliccare sul link presente nell’SMS, non fornire dati relativi al proprio conto e di tutelare il proprio dispositivo utilizzando un antivirus aggiornato.