Samsung Bixby è attualmente uno degli assistenti vocali più lenti e limitati all’interno del panorama mobile. Ha i suoi pro senz’altro, come quello di essere perfettamente integrato all’interno dell’interfaccia Samsung Experience, ma ciò non basta per permettere al produttore coreano di tener testa a Cortana, Assistant o Alexa.

I colleghi di Ther Corean Herald ci svelano alcuni dettagli sulla prossima interazione dell’assistente del colosso di Seul: Gary G. Lee, il nuovo capo dell’IA di Samsung Research, ha confermato l’esistenza di Bixby 2.0 Samsung Galaxy Note 9.

 

Bixby 2.0 esordirà su Samsung Galaxy Note 9

Lee ha confermato che Bixby 2.0 verrà lanciato con il Samsung Galaxy Note 9. La versione 2.0 aggiornerà l’elaborazione del linguaggio naturale, le capacità di resistenza al rumore e aumenterà i tempi di risposta. Attualmente, l’utente deve essere molto specifico su ciò che chiede a Bixby, altrimenti questo non riesce a riconoscere la domanda.

Samsung Galaxy Note 9 godrà, oltre che di Bixby 2.0, anche di Viv. Essa è un’intelligenza artificiale creata da uno dei fondatori di Siri: dunque, un importante aggiornamento per Bixby. Sì, perchè permetterà agli sviluppatori di aggiungere più funzioni e maggiore ”consapevolezza”; Viv dovrebbe essere rilasciato per i cellulari Samsung meno recenti, come S8.

Leggi anche: Galaxy Note 9 non avrà un sensore di impronte digitali in-display

Per quanto riguarda Samsung Galaxy Note 9, Lee non ha confermato nulla, tranne il nome del prodotto. È attualmente in fase di sviluppo software e hardware, e ciò viene confermato dalla build con nome N960USQE0ARED recentemente emersa in rete; in questo senso, il cellulare è ancora in una fase di sviluppo software molto precoce.