Motorola Moto Z è uno smartphone tutt’ora valido e un’ottima scelta per chi vuole uno smartphone sicuro, affidabile ed estremamente potente. È stato presentato nel 2016, ma integra un potente processore Qualcomm Snapdragon 820 e 4GB di RAM.

La scorsa settimana, il prodotto ha ricevuto la custom ROM ufficiale LineageOS 15.1, basata su Android 8.1 Oreo e con le ultime Patch di sicurezza Android. Oggi, invece, abbiamo addirittura un un port non ufficiale di Android P. Ecco tutti i dettagli!

 

Motorola Moto Z: arriva anche Android P

Su XDA, un developer è riuscito a estrapolare una immagina di sistema del Google Pixel XL e l’ha modificata per permetterne il funzionamento su Motorola Moto Z. Dopo mesi di lavoro, il firmware ha raggiunto una discreta stabilità, tanto da poterla utilizzare quotidianamente senza incorrere in bug gravi.

La maggior parte dei principali bug sono stati risolti, e componenti hardware come radio, Wi-Fi, fotocamera, Bluetooth, audio, NFC, GPS sono perfettamente funzionanti. Bug quali la torcia di serie (sebbene il problema sia facilmente aggirabile utilizzando app torcia di terze parti), seconda SIM sui dispositivi dual-SIM e l’assenza di crittografia dovrebbero essere risolte con il prossimo aggiornamento. Inoltre, le Moto MOD funzionano anch’esse in maniera egregia.

Qualora i bug appena citati non pregiudichino il vostro utilizzo, il nostro consiglio è quello di procedere all’installazione di questo port non ufficiale di Android P Developer Preview 1 sul vostro Motorola Moto Z. Ovviamente, la procedura richiedere il bootloader sbloccato ed una versione aggiornata della custom recovery TWRP ufficiale .

Scarica il porting di Android P per Moto Z

Cogliamo altresì l’occasione per ricordarvi che tra due giorni avrà inizio il Google I / O, ovvero l’annuale conferenza degli sviluppatori di Google. Restate sintonizzati su Tecnoandroid per non perdevi nessuna notizia.