Samsung Galaxy S9

Gli smartphone più chiacchierati del Mobile World Congress 2018 sono Galaxy S9 e Galaxy S9 Plus che Samsung ha presentato nella giornata di ieri. I lettori più esperti sapranno che questi dispositivi utilizzano due diversi System On Chip: negli USA sono disponibili con lo Snapdragon 845 e a livello internazionale con l’Exynos 9810.

LEGGI ANCHE: Sony Xperia XZ2 svelato ufficialmente: schermo da 5.7 e fotocamera per video in 4K HDR

Quest’ultimo è progettato direttamente da Samsung e per questo si è sempre dimostrato superiore, seppur di poco, al chip di Qualcomm. Possiamo ritenerci fortunati, dunque, che il nostro mercato ci offra la variante con chip Exynos 9810, la stessa che Samsung ha portato  alla kermesse catalana in modo che possa essere provata dagli addetti ai lavori.

Samsung Galaxy S9 è lo smartphone più potente secondo i benchmark

I colleghi di PhoneArena.com hanno approfittato di questa occasione per eseguire su questi Galaxy S9 con chip Exynos tre applicazioni di riferimento per il mondo dei benchmark: AnTuTu, GFXBench e Geekbench 4. E i risultati ottenuti, anche se parliamo pur sempre di test e non di esperienze reali dirette, sono abbastanza promettenti.

Secondo questi risultati, che da qui al 16 marzo potrebbero cambiare in vista di modifiche al software finale, Galaxy S9 dimostra prestazioni fuori dal comune. Lo smartphone riesce a battere qualsiasi concorrente tranne che iPhone X. Samsung Galaxy S9 raggiunge il primo posto anche su AnTuTu, che è una notizia eccezionale.

I punteggi registrati da numeri GFXBench dimostrano che il mercato dei dispositivi Android, ad oggi, non offre praticamente nulla che possa competere con i nuovi top di gamma del produttore equipaggiati con chipset Exynos. Anche OnePlus 5T viene superato ed il merito è proprio della meticolosa ottimizzazione alla quale hanno lavorato e lavorano gli esperti.

Samsung Galaxy S9 contro tutti