Galaxy S9 e Galaxy S9 Plus di Samsung vanteranno il supporto per animazioni 3D, simile a quello caratteristico di iPhone X di Apple. Il nome ufficiale della funzionalità rimane sconosciuto, anche se i suoi meccanismi di base si intendono estremamente simili alle Animoji.

Gli utenti saranno in grado di selezionare una delle molte emoji come texture di base, quindi procedere alla scansione per animare la propria selezione. Sarà possibile registrare i messaggi da inviare ad altri o semplicemente da esportare.

La funzionalità richiederebbe un sistema di riconoscimento facciale relativamente avanzato. Quindi, è in linea con i recenti rapporti che suggeriscono che Samsung ha migliorato le sue soluzioni biometriche destinate ad essere implementate nella gamma Galaxy S9.

Il produttore di apparecchiature originali della Corea del Sud ha debuttato per la prima volta una funzionalità di sblocco simile con Galaxy Note 7, ora fuori produzione. In seguito, ha deciso di perfezionare la tecnologia per Galaxy S8 e S8 Plus. Una versione essenzialmente identica è arrivata per Galaxy Note 8. Ma l’imminente nuovo duo Android-powered dovrebbe vantare notevoli miglioramenti, sia in termini di velocità che di precisione.

Galaxy S9 e S9 Plus supporteranno un sistema che i fan di tecnologie 3D forse speravano di ricevere con i prossimi dispositivi.

Inoltre, l’installazione audio dei prossimi dispositivi high-end di Samsung dovrebbe essere messa a punto da AKG Acoustics. Quest’ultima è una società con sede a Vienna, di proprietà di Harman International Industries, che Samsung ha acquisito l’anno scorso. AKG ha anche aiutato a progettare e configurare i sistemi audio degli S8, S8 Plus e Note 8, oltre a partecipare alla creazione degli auricolari nel 2017.

La linea Galaxy S9 probabilmente sarà annunciata in maniera ufficiale il 25 febbraio. La vendita al dettaglio, invece, dovrebbe iniziare entro metà marzo.