google pay
Google Pay o G Pay è stato da poco annunciato da Mountain View

È tempo di rinnovamenti in casa Google. L’azienda di Mountain View ha deciso di limitare il dualismo di servizi ed unificare dove possibile, ecco quindi che Google Wallet e Android Pay sono stati fusi dando vita a Google Pay.

Tutti gli utenti avranno avuto modo di conoscere l’esperienza di acquisto realizzata da Big G. Che si tratta del semplice acquisto di un app dal Play Store o l’utilizzo dello smartphone per acquisti tramite POS, si è utilizzato uno dei due servizi Wallet o Pay.

Tuttavia, considerando il costante piano di rinnovamento messo in atto da Big G, era necessario superare questo dualismo. L’obiettivo è sempre quello della semplificazione dell’esperienza per garantire una maggiore sicurezza e facilità di utilizzo. Avere due servizi pressoché simili era inutile, per questo è nato Google Pay.

Adesso, sarà più semplice utilizzare le informazioni di pagamento salvate all’interno dell’account Google. Questo permetterà dei checkout più veloci con il vantaggio di poter vedere la cronologia acquisti unificata tra tutti i servizi. Anche gli acquisti online potranno godere di questa rivoluzione e infatti siti come Airbnb, Dice, Fandango già supportano a pieno il cambiamento.

Leggi anche:  Google Pixel 3, lo schermo diventerà anche uno speaker?

Il funzionamento del servizio è rimasto invariato, sarà possibile pagare attraverso carta di credito o carta di debito, credito presente sull’account, utilizzare lo smartphone sui POS contactless. I tempi di rilascio ufficiale non sono ancora stati comunicati, ma crediamo che non saranno molto lunghi.