C’è sicuramente una grande inflazione di strumenti per il pagamento online. Negli ultimi mesi, oltre ai servizi già presenti, abbiamo visto nascere e fiorire piattaforme nuove legate ai sistemi operativi di vari smartphone o anche alle singole aziende produttrici. Per tal motivo abbiamo quindi oggi sul mercato Apple Pay, Android Pay, LG Pay e Samsung Pay. E’ proprio di quest’ultimo che vogliamo parlarvi.

Sviluppato soprattutto in territorio sudcoreano, Samsung Pay sta cercando di conquistare una fetta sempre maggiore di utenti. Per far ciò l’azienda sta chiudendo degli accordi strategici con banche o istituiti di credito al fine di estendere il proprio bacino di utilizzo. L’ultima collaborazione, siglata in ordine di tempo, è di quelle pesanti che possono far fare davvero il salto di qualità al servizio.

Samsung ha trovato infatti l’intesa con PayPal, il più grande e sicuro sistema di pagamento online presente oggi al mondo. Gli utenti che d’ora in poi utilizzeranno uno smartphone per pagare in negozio o su un sito internet potranno saldare il conto prelevando la cifra direttamente dal proprio account PayPal, senza quindi la necessità di collegarsi a carte di credito o carte prepagate.

Leggi anche:  Finalmente c'è la certezza: ecco quando Samsung Pay arriverà in Italia

Samsung metterà a disposizione questo strumento, in un primo momento, negli Stati Uniti. Dopo una fase di release sarà disponibile in tutti gli stati dove è attivo il servizio.