Aido, il robot domestico diventa parte della famiglia.
Aido, il robot domestico diventa parte della famiglia.

Sono trascorsi quattordici anni dall’uscita, nel 2002, di A.I. Intelligenza artificiale, film futuristico che ci ha mostrato il lato umano delle macchine. Nei panni di Daviv, bambino robot, Harley Joel Osment, ha attualizzando il tema del burattino più famoso del mondo che voleva diventare bambino. La fantascienza, oggi, si è fatta realtà. Ed ha un nome: Aido. Il robot dagli occhioni grandi, pronto ad aiutarci a casa in ogni momento della giornata.

Aido è dotato di un comparto hardware e software di tutto rispetto:

  • CPU1: Quad Core ARM7 @ 1.6 Ghz
    RAM :1GB DDR3 RAM
    Storage: 32GB MicroSD
  • CPU2: Quad Core ARM7 @ 1.6 Ghz
    RAM :1GB DDR3 RAM
  • CPU3: Dual-core A23 @ 1.5Ghz
    RAM: 512MB
  • GPU1: MaliMP2 GPU at 600 MHz
  • GPU2: PowerVR SGX540 at 500MHz
  • GPU3: MaliMP2 GPU at 600 Mz
  • WiFi;
  • Bluetooth;
  • 5 porte USB;
  • telecomando IR universale che supporta più di 1000 device;
  • una batteria che promette fino ad 8 ore di autonomia;
  • proiettore 1 montato sulla testa con tecnologia LED DPL 320×240 (10 lumen);
  • proiettore 2 montato sul corpo con tecnologia LED DPL (100 lumen);
  • schermo touch screen 800×400 da 7”;
  • microfono a 6 capsule Array;
  • sensore di gravità a 4 dimensioni;
  • 3 fotocamere delle quali una da 5 MP ed una con sensore infrarossi.
  • indoor mapping, basato sul WiFi e sul riconoscimento degli oggetti
  • sistema operativo AndroidLinux;

Aido, un nuovo membro della famiglia e un aiuto quando serve

Un vero e proprio robot tuttofare che ci ricorda Super Vicky, la poliedrica bambina robot della serie tv anni ’80. Non avrà la forza di alzare il divano con una sola mano ma, in compenso, è in grado di aggiornarci sul traffico stradale.
Fornisce informazioni riguardanti temperatura ed umidità in casa e non ci capiterà più di uscire di casa col dubbio di aver dimenticato le luci accese, perché Aido controllerà per noi. Apprende e riconosce i volti di familiari e amici, vigila in casa quando siamo fuori, grazie a sensori di luce e movimento oltre che alla sincronizzazione con i più moderni sistemi di sicurezza. Un maggiordomo robot come Andrew Martin, perla di Robin Williams ne L’uomo bicentenario.

Sfrutta per muoversi una sfera, che grazie al sensore di gravità a quattro dimensioni, gli dona eleganza e grande equilibrio. Non è ancora possibile acquistarlo, ma è possibile prenotarlo sul sito ufficiale in diverse versioni e con un prezzo che varia da 599$ nella versione classic a 940$ nella versione premium pack.

Citando Walt Disney “fili avevo ed or non più. Eppur non cado giù“.