Natale, Wham!, Last Chrismas, Whamagedon

Il periodo Natalizio è quello certamente più amato dagli artisti musicali. Esistono tantissime canzoni dedicate al Natale realizzate dalle star della musica come Mariah Carey, Coldplay, Micheal Bublè o gli Wham!.

Tuttavia, Natale è anche uno dei periodi più particolari in cui far partire una challenge folle e divertente. È proprio il caso del Whamageddon e della sua particolare sfida resa ancora più ardua proprio dalla natura musicale della festività.

La challenge consiste nel riuscire a non ascoltare Last Christmas degli Wham! il più a lungo possibile. Il gioco inizia il primo dicembre di ogni anno e finisce alla mezzanotte del 24 dicembre, quindi si copre l’intero periodo in cui la canzone è in altissima rotazione.

Whamageddon, scopriamo la challenge più folle e divertente da fare a Natale con tutti i propri amici, le regole sono semplicissime!

Non ci sono scusanti o attenuanti, chiunque ascolti Last Christmas ha perso ed è fuori dal gioco. Questa unica regola vale sia per le canzoni scelte direttamente dagli utenti ma anche, e soprattutto, per la musica in auto, al centro commerciale o anche quella riprodotta da un passante con il volume troppo alto. Una volta che il giocatore è uscito dal gioco, è possibile condividere l’hashtag #whamageddon sui propri canali social per confermare la propria partecipazione.

La versione originale del fantasioso gioco coinvolge solo la versione originale di Last Christmas degli Wham!, quindi è possibile ascoltare remix e cover. Tuttavia, per alzare ulteriormente il livello di sfida, è possibile includere queste versioni nella lista di canzoni da non ascoltare per non perdere.

La leggenda vuole che il Whamageddon sia nato nel 2010 dall’idea di un gruppo di ragazzi danesi. Tuttavia, bisognerà attendere il 2018 perché la sfida diventi virale e assuma carattere globale. Infatti, il comico britannico Romesh Ranganathan ha twittato le semplici regole e ha dato il via ad una delle challenge più difficili degli ultimi tempi.

Articolo precedenteIl prezzo del Samsung Galaxy S23 salirà, c’entra l’inflazione?
Articolo successivoComposti polimerici, arriva la grande novità utile per migliorarli
Alessio Amoruso
Economics & Marketing Student, Tech enthusiast, Star Wars Fan and Blogger