Smartphone di notte in carica tra problemi, paure e realtà: state attenti

State per acquistare un nuovo dispositivo e non volete fare gli stessi errori compiuti durante il corso degli anni con altri smartphone. Proprio per questo informarsi potrebbe essere un’ottima soluzione, purché venga fatto in maniera costruttiva. Non bisogna infatti credere a situazioni al limite, le quali magari non sono mai state veritiere.

Proprio per questo motivo bisogna stare attenti ed avere cura del proprio dispositivo anche secondo questi termini, ovvero non facendo cose che non bisogna fare per forza. Ci sono alcune credenze da sfatare, soprattutto in merito agli smartphone di ultima generazione che infatti hanno cambiato il loro modo di utilizzo per l’utente finale. Ci sono ancora tantissimi utenti che purtroppo credono che ricaricare il proprio smartphone di notte possa comportare problematiche per la batteria. In passato magari c’erano alcune situazioni in cui poteva verificarsi un avvenimento del genere, ovvero un sovraccarico ripetuto per più e più volte.

 

Smartphone in carica di notte: non abbiate paura, non succederà nulla grazie alle nuove batterie agli ioni di litio

Se tornate dal lavoro, una doccia rapida, cena e poi relax, di certo il vostro smartphone andrà in carica prima di andare a dormire. La stragrande maggioranza delle persone si comporta in questo modo e ad oggi non sbaglia.

Gli smartphone di nuova generazione infatti sono stati creati proprio per resistere a questo tipo di stress. Tenerlo in carica di notte significa che il dispositivo arriverà al 100% e da quel momento comincerà a scaricare piccole micro percentuali. Tutto sarà già calcolato, con gli ioni di litio che saranno abituati a questa sorta di movimento. L’unico consiglio è quello di non far spegnere mai lo smartphone in maniera autonoma portandolo allo 0%.